22 ottobre 2021

Castelfranco

Corsa al green-pass: disagi al Covid point di Altivole

Una signora, ultraottantenne, ha dovuto aspettare oltre un'ora al caldo e senz'acqua per l'enorme numero di auto. Le scuse dell'Ulss 2.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Covid point di Altivole

ALTIVOLE - L’introduzione del green-pass ha generato una “corsa al tampone”, tra coloro che, non volendosi vaccinare, necessitano tuttavia di un tampone negativo per ottenere l’agognato “lasciapassare verde”. Questo, unito alla gratuità del tampone presso le strutture pubbliche, ha messo sottopressione il sistema sanitario regionale, con un aggravio di lavoro per i sanitari, ma anche con ricadute negative per gli altri utenti, che devono sottoporsi al tampone per motivi più seri che non per entrare in bar e ristoranti.

Mentre la Regione Veneto ha deciso di ritornare alla normativa nazionale, che prevede il pagamento del tampone per motivi non sanitari o non legati al tracciamento, dal Covid point di Altivole ci giunge la notizia di uno spiacevole episodio capitato a una paziente, che il tampone doveva effettuarlo per motivi di salute. La signora, ultraottantenne e vaccinata, era infatti risultata positiva (anche se asintomatica) in seguito al contatto con una sua amica non vaccinata. Sabato mattina, si è presentata al Covid point di Altivole, invaso da decine e decine di macchine, soprattutto di persone desiderose di effettuare il tampone gratuitamente per ottenere il green-pass.

Dopo un’ora e mezza passata da sola, sotto il sole e al caldo, la signora è riuscita a fare il tampone, poi risultato fortunatamente negativo. Tuttavia, oltre alla calca, la signora si lamenta della mancata presenza di una corsia preferenziale per utenti anziani, e soprattutto che non le sia stata fornita una bottiglietta d’acqua, nonostante in un primo momento le fosse stata promessa dal personale presente in loco.

Dall’ufficio stampa dell’Ulss 2 ci comunicano che si è trattato di un disguido, dovuto all’enorme afflusso di persone che ha aumentato la pressione nei Covid point nelle ultime due settimane, portando a un allungamento dei tempi di attesa per effettuare il tampone. «Ci scusiamo con la signora: sicuramente è sfuggito al personale di lasciarla passare, dato che in ogni Covid point abbiamo corsie preferenziali per utenti fragili, come anziani, bambini, donne in gravidanza. Riguardo l’acqua, abbiamo sempre provveduto all’approvvigionamento idrico, con diversi bancali di acqua in bottiglia».

In copertina, foto di repertorio del Covid point di Altivole, tratta da Facebook.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×