23 novembre 2020

Sport

Altri Sport

Coronavirus, opitergina "in campo": dona seimila euro all'Ulss

Iniziativa della società sportiva biancorossa: "Vogliamo fare la nostra parte"

|

|

Montenero

ODERZO - L’Unione Sportiva Opitergina, storica società di calcio trevigiana, scende ancora in campo e dona 6.000 euro all'Ulss 2 nella lotta al Coronavirus.

L’iniziativa è stata possibile grazie a una cena di beneficenza con gli sponsor in tempi non sospetti, un contributo importante dell’azienda Plast S.r.l. di Gilberto Rui, storico sponsor biancorosso, con in più un contributo da parte di giocatori, allenatori e dirigenti.

Il contributo ha l’obiettivo di aiutare gli operatori sanitari e tutti i volontari impegnati in prima linea nella battaglia, nella speranza di vincerla. E rivedere un domani sui campi da calcio i 300 tesserati biancorossi, dalla Prima squadra alle giovanili.

Il presidente Enrico Montenero (nella foto): «In un momento così delicato e difficile, anche noi come società sportiva vogliamo fare la nostra parte.

L’Opitergina ogni anno promuove una raccolta fondi per le associazioni che operano nel campo sociale o nella beneficienza. Lo scorso 8 dicembre avevamo organizzato una cena con i nostri amici sponsor e in quell’occasione raccogliemmo una cifra da destinare a un ente che avremmo individuato in un secondo momento. A seguire, sotto le feste di Natale, ci arrivò un contributo per questo scopo dal nostro sponsor Plast dell’imprenditore Gilberto Rui. Poi è successo quello che sappiamo. Tutti ci siamo guardati negli occhi e ci siamo sentiti in dovere di partecipare».

E dunque in campo anche la Prima squadra, tra l’altro capolista nel Girone D di Promozione e in odore di salto di categoria. All’iniziativa hanno partecipato lo staff tecnico della prima squadra, diretta da mister Mauro Conte e dal direttore sportivo Claudio Ferrati, con insieme tutti i giocatori guidati da capitan Fabio “Ciccio” Campaner.

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×