06 agosto 2020

Mogliano

Coronavirus, focolaio a Casier: centro di accoglienza blindato e controlli capillari

Una seconda verifica con tampone sarà condotta fra una settimana

|

|

Coronavirus, focolaio a Casier: centro di accoglienza blindato e controlli capillari

CASIER - Le verifiche su chi entra e chi esce sono accuratissime e il monitoraggio sulle condizioni di salute dei 132 ospiti e un mediatore culturale della ex caserma "Silvio Serena", di Casier, individuati ieri come positivi asintomatici al Covid-19, è continuo.

 

Il focolaio di infezione che ha coinvolto circa un terzo dei richiedenti asilo e un operatore che vivono all'interno della vecchia struttura militare trasformata in centro di accoglienza, alle porte di Treviso, è sorvegliato dal personale sanitario dell'azienda Ulss 2 Trevigiana che ha disposto la separazione all'interno del gruppo dei positivi (tutti asintomatici) dagli altri in ambienti distinti e preventivamente sanificati.

 

Una seconda verifica con tampone sarà condotta fra una settimana. "E' un effetto che si poteva prevedere - rileva un negoziante di Casier - e che si ripeterà qui o altrove si scelga di affrontare i problemi collegati ai migranti concentrandoli in gran numero in luoghi ristretti. Che si tratti di una ex caserma, di una casa di riposo o di una discoteca - aggiunge - il virus non vede differenze. Un po' ce l'aspettavamo, ma sono certo che l'emergenza sarà gestita nel migliore dei modi dalle istituzioni. Certo - conclude - se dai palazzi del Governo ci fosse rivolta un po' più di attenzione...".

 

Uno studente che transita in bicicletta di fronte alla ex caserma sembra altrettanto tranquillo. "La questione a mio giudizio veramente importante - sottolinea - è il saper distinguere la dimensione sanitaria dalle altre considerazioni sulle migrazioni. A mente serena e con sangue freddo, senza stabilire un collegamento necessario, peraltro facile da smontare, che avrebbe l'unico effetto di scaldare inutilmente gli animi".

 



Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×