27 maggio 2020

Treviso

Coronavirus, Fassa lancia la raccolta firme contro i prodotti tedeschi: "Boicottiamoli, vogliono comprare nostre aziende per nulla"

L'iniziativa del proprietario della società Fassa-Bortolo

| commenti |

| commenti |

Coronavirus, Fassa lancia la raccolta firme contro i prodotti tedeschi:

SPRESIANO - Una raccolta di firme per aderire ad una campagna di boicottaggio degli italiani verso i prodotti tedeschi, data la "mancanza di solidarietà, se non addirittura intenti speculativi" della Germania nei confronti della nostra economia.

 

E' l'iniziativa lanciata da Paolo Fassa, proprietario della società di prodotti per l'edilizia Fassa-Bortolo, di Spresiano, e affidata alle pagine dei quotidiani veneti. Per Fassa, l'obiettivo dei vertici politici tedeschi è di cercare di creare le basi per consentire agli imprenditori di "comperare qualche buona azienda italiana, sfiancata dalla crisi che seguirà l'epidemia, per poco o nulla".

 

L'imprenditore riconosce di essere stato fin da ragazzo un "tedescofilo" per la convinzione dell'onestà morale dei produttori e dei lavoratori della Germania.

 

"Ma se il vostro comportamento si dimostrerà cinico e volgarmente speculativo - conclude l'industriale trevigiano, rivolgendosi a Berlino - la mia azienda non acquisterà più nemmeno un chiodo di produzione tedesca e invito tutti gli imprenditori italiani a fare la stessa cosa".

 

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×