03 giugno 2020

Cronaca

Coronavirus, Conte: "Siamo nella fase più acuta, ma vicini al picco"

| commenti |

| commenti |

Coronavirus, Conte:

"Siamo nella fase più acuta" dell'emergenza. "È difficile fare previsioni esatte. Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10mila vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale". Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un'intervista a 'El Pais'.

 

E' "prematuro" dire quando saranno allentate le restrizioni in Italia, ha aggiunto il premier, ma ciò dovrà avvenire "in modo molto graduale" nel momento in cui il comitato scientifico riterrà che la curva dei contagi ha iniziato a scendere. Per Conte, "il problema non è quando uscire da questa recessione, ma uscirne al più presto.

 

Il tempismo è la chiave, c'è la massima urgenza". Sui modi per uscire dalla crisi economica, ha proseguito Conte, "non penso a uno strumento particolare, possiamo ricorrere a un'ampia varietà. Ma è tempo di introdurre uno strumento di debito europeo comune che ci consenta di superare questa guerra il più presto possibile e rilanciare l'economia".

 

"Nessun paese, inclusi quelli che ora credono di soffrire un impatto minore, è escluso da questa grave crisi. L'Europa deve rispondere alle sfide del mercato globale - ha aggiunto - La reazione unitaria permetterà di competere meglio". "In questo momento in Europa si gioca una partita storica. Non è una crisi economica che ha toccato alcuni Paesi meno virtuosi di altri. Non c'è distinzione che ha a che fare con i sistemi finanziari. Questa è una crisi sanitaria che ha finito per esplodere in campo economico e sociale. È una sfida storica per l'intera Europa e spero davvero, con un forte spirito europeo, che sappia affrontare questa situazione", ha dichiarato Conte. "Stiamo limitando i diritti costituzionali dei nostri cittadini e l'Europa deve reagire evitando tragici errori", ha precisato Conte.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×