27 ottobre 2021

Vittorio Veneto

Cordignano, il "giallo" della lapide che vuole tornare: "Potremmo dargli un posto qui"

Il sindaco Biz si è già attivato per trovare eventuali familiari del tenente Dall'Ava

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

gino dall'ava lapide cordignano

CORDIGNANO - Non sarà facile reperire informazioni sul tenente pilota Gino Dall’Ava, ma il comune di Cordignano si è già attivato per rintracciare eventuali familiari. La situazione è abbastanza complessa: la lapide di Dall’Ava, originario – secondo alcune ricerche – di Cordignano, si trova a Malta. L’uomo, che è stato insignito di una medaglia d’argento al valore militare e di una croce di guerra, morì il 4 agosto del 1941: il suo aereo venne abbattuto proprio nei cieli di Malta, durante la Seconda Guerra Mondiale.

 

E’ stato Paolo Ferrelli, in missione nell’isola nel 2005, a “scoprire” la lapide, portata da un marmista per farla pulire e mai più ritirata. Trasferitosi a Malta nel 2017, lo stesso Ferrelli ha ritrovato la lapide, che era rimasta nei locali utilizzati per la missione: alcuni amici maltesi gliel’hanno consegnata, e lui vorrebbe donarla ai familiari di Dall’Ava.

 

Oggi il sindaco di Cordignano, Alessandro Biz, ha chiesto aiuto all’ufficio anagrafe del comune: purtroppo, però, il nome del tenente “non si trova. Potrebbe essere nato in un’altro comune ed essere stato registrato, quindi, in un altro ufficio anagrafe”. E così l’amministrazione si è rivolta al Distretto militare di Padova: “Speriamo di trovare dati più precisi”, dichiara il primo cittadino, che ora attende una risposta dal capoluogo euganeo.

 

“La nostra volontà, se non troviamo qualche familiare, è quella di dare alla lapide un posto qui, nel nostro comune. Quella lapide ha un valore simbolico, perché ricorda un cittadino ma anche quei caduti della Seconda Guerra Mondiale che vengono ricordati poco”. Biz ha addirittura preso in considerazione la possibilità di “una qualche forma di accoglienza in municipio”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×