29 settembre 2020

Vittorio Veneto

Cordignano, in arrivo 1,1 milioni di euro

Sbloccati i fondi per i comuni di confine

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Cordignano

CORDIGNANO – Dopo il decreto del ministro per gli affari regionali Francesco Boccia, la firma del ministro dell’economia Roberto Gualtieri segna un altro passo in avanti verso la liquidazione degli attesi fondi per i “comuni di confine”, cioè i comuni che confinano con regioni a statuto speciale. È il caso di Cordignano, Sarmede e Fregona. Nei loro bilanci sono attesi, entro l’inizio del prossimo anno, 1,1 milioni di euro a testa. Il punto l’ha fatto stamane l’onorevole Roger De Menech che si è fermato a Cordignano. E di Cordignano è il presidente dell’associazione Sostegno Comune (Assco) che tiene le fila dei comuni di confine, l’assessore Roberto Campagna.

 

Questo stanziamento a Cordignano verrà utilizzato per più interventi. «Stiamo pensando a dei progetti a carattere culturale, sportivo e turistico per rendere il nostro comune più attrattivo» anticipa Campagna. L’ultima volta che lo Stato erogò dei fondi ai comuni di confine era il 2012. A Cordignano con quei contribuiti il comune realizzò il percorso pedonale attorno a villa Brandolini e quello lungo via Vittorio Veneto.

 

Alla firma del ministro Gualtieri seguirà ora il bando a cui i comuni di confine, per ottenere i fondi, dovranno rispondere con dei progetti.

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

22/01/2017

Comuni di confine: quando i soldi?

Incontro a Roma col ministro Costa per parlare di finanziamenti, fermi dal 2012: presenti anche Meduna di Livenza e Cordignano

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×