21/04/2024pioggia e schiarite

22/04/2024pioggia

23/04/2024pioggia debole

21 aprile 2024

Esteri

Cop28 con colpo di scena: dai combustibili fossili non si esce. Ma ora iniziano le trattative

In una precedente versione, l'uscita graduale era ancora menzionata

|

|

Cop28 con colpo di scena: dai combustibili fossili non si esce. Ma ora iniziano le trattative

La bozza finale della Cop28, che sta facendo infuriare tutti, non comprende "l'uscita graduale" dal ricorso delle energie fossili. Le 21 pagine, presentate dalla presidenza della conferenza di Dubai, menzionano solo la riduzione del consumo e della produzione dei carburanti fossili. In una precedente versione, l'uscita graduale era ancora menzionata come una delle possibili opzioni.

Secondo Jan Kowalzig, esperto di Oxfam, anche altri target - come quello di triplicare le energie rinnovabili e raddoppiare l'efficienza energetica - non sarebbero menzionate come obiettivi, ma solo come possibili misure. "La Cop28 non doveva finire così", ha detto, affermando che l'obiettivo del 1,5 gradi celsius, fissato dall'accordo di Parigi, "probabilmente sarà gettato dalla finestra" con questo tipo di bozza "nonostante le assicurazioni contrarie nel resto del testo".

 

Guterres

Questa mattina il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres aveva condiviso un auspicio: "Eliminare gradualmente i combustibili fossili". E aveva parlato della necessità di trovare un accordo nelle ultime ore del vertice sul clima Cop28, spingendo i negoziatori a mostrare flessibilità. "Ora è il momento della massima ambizione e della massima flessibilità", aveva detto Guterres ai giornalisti mentre tornava al vertice di Dubai, che secondo lui avrebbe dovuto riconoscere "la necessità di eliminare gradualmente tutti i combustibili fossili".

 

"Siamo in una corsa contro il tempo. Come ho detto all’apertura della Cop28, il nostro pianeta si trova a pochi minuti dalla mezzanotte per il limite di 1,5 gradi. E l'orologio continua a ticchettare. La Cop28 dovrebbe concludersi domani, ma ci sono ancora grandi lacune da colmare. Ora è il momento della massima ambizione e della massima flessibilità", aveva sottolineato attraverso un comunicato il segretario generale dell'Onu.

 

 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×