30 maggio 2020

Montebelluna

Convivenza forzata per l'emergenza Coronavirus, le coppie vanno in crisi: i consigli della psicologa

La psicologa e psicoterapeuta Caterina Bertelli da qualche consiglio alle coppie che stanno vivendo un momento di difficoltà

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

La psicologa Caterina Bertelli

MONTEBELLUNA – La psicologa e psicoterapeuta Caterina Bertelli di Montebelluna dà qualche consiglio alle coppie in crisi, per la prolungata convivenza forzata. Il memento è difficile per tutti, paura, stress e frustrazioni da Coronavirus certo non aiutano, può quindi capitare che la convivenza domestica prolungata e forzata ingeneri difficoltà di comprensione nelle copie. La dottoressa Bertelli da qualche suggerimento per ridimensionare stati d’animo che potrebbero mettere in discussione il rapporto.

“Dottoressa, questa convivenza forzata con mio marito mi dà fastidio, mi irrita. Non mi ero mai accorta di quanto fossimo distanti, di come mancasse il piacere di stare insieme. E questo per me è un dolore grande e non so più cosa pensare o cosa dire”: è lo sfogo di una paziente virtuale che la dottoressa riporta in un post della sua pagina social, alla quale ha risposto con consigli che potrebbero essere utili a tanti, in questo periodo difficile che ci disorienta e potrebbe portarci a dubitare anche i nostri affetti più cari.

“Gentile signora, la situazione attuale ha messo in discussione gli schemi individuali e relazionali di ciascuno. Ovunque ci si metta, ci si può sentire fuori luogo anche dentro casa propria, con i propri affetti. La preoccupazione che mi porta racconta di un rapporto in cui il fare ha prevalso sullo stare assieme – spiega la dottoressa Bertelli -. Nella nostra quotidianità le parole come competitività e agire sono state più intense e centrali dell'essere così come si è. Mentre in questo momento vi è anche il non dover fare nulla. Nella sua situazione potrebbe essere importante osservare l'altro senza aspettarsi qualcosa in cambio. Ciò che posso consigliarle è di non avere fretta nel dare un giudizio al vostro rapporto. Concedetevi piccoli momenti di gratificazione. Non andate al passato e nemmeno al futuro quando vi ritrovate. Viva il momento "come se..." e lascio a lei proseguire. Un caro saluto”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×