29 gennaio 2020

Conegliano

CONTRO I TAGLI, CALI IL BUIO

L'invito di Szumski ai colleghi: "Spegnete l'illuminazione pubblica!"

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

CONTRO I TAGLI, CALI IL BUIO

SANTA LUCIA DI PIAVE - Torna all’attacco della manovra finanziaria 2010 il vicesindaco e assessore al Bilancio di Santa Lucia Riccardo Szumski e usa parole forti per rivolgere ai suoi colleghi amministratori locali un nuovo invito alla protesta contro i tagli dello Stato ai Comuni: spegnere l’illuminazione pubblica.

«Ora che i particolari della manovra finanziaria 2010 si stanno appalesando, appare chiara la natura di colpo di stato contro gli Enti Locali con cui la stessa si realizza – scrive Szumski nella missiva che ha inviato ieri 16 giugno - Il comune di Santa Lucia di Piave si vede sottratti 130 mila euro di trasferimenti per il 2011 e 230 mila per il 2012, euro più euro meno. Analogo trattamento subiranno i vostri Comuni. Siccome rimangono confermate le nome relative al Patto di Stabilità, tutto ciò significa la totale paralisi e l’arretramento complessivo non solo dei nostri Comuni ma dell’intero territorio. Infatti con minori trasferimenti correnti, oltre a tagliare drasticamente i servizi, non si potranno di fatto contrarre mutui per realizzare le opere, in aggiunta all’attuale impossibilità di pagare i lavori già in corso pur avendo in cassa le risorse necessarie. Un vero e proprio esautoramento degli Amministratori Comunali».

Dai toni adottati sembra quasi che Szumski non faccia parte dello stesso partito che è al Governo, parla di «oppressione centralista», un termine che si veste di verde più che di azzurro. «Ma non sono i politici che fanno la manovra – ribatte Szumski – sono i tecnici, i funzionari, i ragionieri e non sembrano avere cognizione di causa». E allora bisogna opporsi con gesti eclatanti.

«Da più parti mi viene manifestata la necessità di dare dei segnali in corsa della nostra esasperazione e determinazione a non subire, almeno stavolta, passivamente l’ennesima bastonata così ingiustamente caricata sugli enti locali rispetto agli organismi centrali. Si ipotizza di chiudere la pubblica illuminazione nel prossimo fine settimana nei nostri Comuni, almeno nella zona centrale del territorio comunale, allertando la popolazione per renderla partecipe e consapevole di cosa dovrà aspettarsi e di chi sono le responsabilità di siffatta decisione. Ovviamente bisogna essere d’accordo ed attuare tale azione simultaneamente in un numero significativo di Amministratori».

Già oggi sono arrivate le prime adesioni mentre sono saliti a trenta i comuni che aderiscono al tavolo di coordinamento che si è riunito per la prima volta venerdì scorso.

 

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×