06 aprile 2020

Lavoro

Contratto: sindacati, venerdì sciopero generale legno, no taglio diritti.

| AdnKronos | commenti |

| AdnKronos | commenti |

Roma, 18 feb. (Labitalia) - Sciopero generale di 8 ore dei lavoratori del settore del legno venerdì prossimo 21 febbraio e di tutti i lavoratori dipendenti e interinali del settore arredo-industria. A proclamarlo lo scorso 10 gennaio Feneal Filca Fillea dopo la rottura delle trattative da parte di Federlegno per il rinnovo del contratto nazionale di categoria, scaduto il 31 marzo 2019 e che coinvolge 150 mila lavoratori. Quattro le manifestazioni interregionali previste, Milano, Treviso, Pesaro e Bari, per "dire no all’aumento della precarietà e alla riduzione dei diritti".

"I 150mila lavoratori del settore aspettano risposte da quasi un anno e non meritano il trattamento riservato finora da una controparte che intende affermare un modello di impresa basato non sulla qualità del lavoro, sugli investimenti, sulla professionalità e sul benessere organizzativo, ma sulla riduzione dei costi e su una gestione unilaterale dell’organizzazione del lavoro. Noi non ci stiamo", dicono i sindacati ad una voce sola.

"L’abbandono del tavolo - concludono i sindacati - è stato un atto gravissimo che mostra una scarsa considerazione delle relazioni industriali, mentre siamo convinti che le nuove sfide sui mercati si vincano puntando all’innovazione e sul governo delle trasformazioni produttive, investendo in capitale umano, pagato il giusto e con le adeguate tutele e protezioni, e rafforzando la partecipazione dei lavoratori. Chiediamo un contratto che redistribuisca risorse adeguate ai lavoratori difendendo la qualità del lavoro e garantendo un forte sistema di relazioni industriali nell’ottica della partecipazione e del benessere organizzativo".

 



AdnKronos

Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×