29/11/2021poco nuvoloso

30/11/2021sereno

01/12/2021pioviggine e schiarite

29 novembre 2021

Conegliano

Contraffazioni e imitazioni, storica sentenza della corte Ue

"Arriva lo stop ai nomi truffa che evocano in modo strumentale ed ingannevole prodotti a denominazione di origine riconosciuti e tutelati dall’Unione Europea"

|

|

Contraffazioni e imitazioni, storica sentenza della corte Ue

CONEGLIANO - "Arriva lo stop ai nomi truffa che evocano in modo strumentale ed ingannevole prodotti a denominazione di origine riconosciuti e tutelati dall’Unione Europea, dallo champagne al prosecco". E’ quanto afferma la Coldiretti nel dare notizia della sentenza diffusa in data odierna dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea che si è pronunciata di fatto contro l’utilizzo di termini storpiati o grafiche per richiamare tipicità protette dalle norme Ue.

 

“Una buona notizia per i nostri viticoltori, ma che non deve farci abbassare la guardia – sottolineano in coro Giorgio polegato, presidente di Coldiretti Treviso e Giuseppe Satalino, direttore di Coldiretti Treviso - La battaglia di denuncia di tutte le contraffazioni ai prodotti made in Italy per Coldiretti rimane una priorità. Il Prosecco docg e doc, come il nostro radicchio di Treviso igp, i nostri asparagi di Badoere e cimadolmo igp, la stessa Casatella Trevigiana dop e tanti altri prodotti d’eccellenza possono essere prodotti solo in precise aree sotto tutela e con precisi metodi di produzione che danno garanzie ai consumatori. Per il resto la tolleranza deve essere zero”.

 

"Una sentenza storica per l’Italia che è leader europeo nelle denominazioni di origine con 316 Dop, Igp e Stg che sviluppano un valore della produzione di 16,9 miliardi di euro e un export da 9,5 miliardi di euro con il contributo di oltre 180.000 operatori", dichiara il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “un patrimonio sotto attacco del falso made in Italy che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che si richiamano all’Italia per alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale”. OT

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

21/11/2021

Le colline del Prosecco diventano un (eco)museo

E’ stato presentato al Cirve di Conegliano il progetto “Ecomuseo delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene”, realizzato da un gruppo di giovani del corso Contamination Lab Veneto (C_Lab) dell'Università degli Studi di Padova

immagine della news

26/09/2021

BUONA DOMENICA Quousque tandem?

Polemiche feroci e accuse dopo la Lettera del Vescovo Pizziolo sulla monocultura del Prosecco. Ma fino a quando, per i soldi, si continuerà ad abusare della salute e della vita della persone?

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×