14 maggio 2021

Montebelluna

Il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Montebelluna: “Giusto chiudere prima le sale slot”

Una ditta locale aveva fatto ricorso contro il provvedimento della Municipalità

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Sala slot

MONTEBELLUNA Orari limitati e distanza obbligatori a da siti sensibili come le scuole: ecco quanto aveva stabilito il comune di Montebelluna con un’ordinanza nel febbraio 2018, per la sale giochi con slot-machine. Una decisione che però aveva scatenato il disappunto di uno dei gestori di una sala cittadina che dapprima è ricorso al Tar e che quando la sentenza presso il Tribunale Amministrativo Reginale gli è stata avversa ha quindi ricorso anche al Consiglio di Stato.

Di questi giorni la sentenza del Consigli di Stato che dà ragione al Comune di Montebelluna, stabilendo che è legittimo imporre l’apertura dalle 8 alle 22 (e non oltre) e che per le sale vicine a luoghi sensibili l’orario sia dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 22, inoltre, con una distanza di almeno 500 metri. Una decisione che suggella quanto deciso dal Comune che in materia aveva fatto da “nave scuola” ispirando altre Municipalità.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

31/12/2020

Buon 2021: gli auguri dai sindaci della Marca

Gli auguri da: Treviso, Castelfranco, Vittorio Veneto, Montebelluna, Conegliano, Mogliano, Asolo, Pieve di Soligo, Oderzo, Motta di Livenza, Pieve del Grappa, Valdobbiadene e Ponte di Piave

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×