27/09/2022nubi sparse e temporali

28/09/2022pioggia debole

29/09/2022nubi sparse e rovesci

27 settembre 2022

Castelfranco

Il Conservatorio Steffani omaggia l'arte di Antonio Canova con un concerto a Possagno

L'orchestra dell'università della musica di Castelfranco, diretta da Ernest Hoetzl, si esibirà giovedì sera di fronte al Tempio canoviano.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Orchestra del Conservatorio Steffani

POSSAGNO / CASTELFRANCO – Nell’anniversario dei duecento anni della morte di Antonio Canova, il Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco si prepara ad omaggiare il genio artistico di Possagno con un concerto nel paese natio dello scultore. Si terrà giovedì 21 luglio, di fronte al Tempio canoviano, il concerto dell'orchestra sinfonica dello Steffani, volto a celebrare l'arte italiana nel mondo.

Composta da circa 60 elementi, tutti provenienti dalle classi strumentali del Conservatorio, l'orchestra è la vera spina dorsale dell'Università della musica. Un appuntamento di grande impatto scenico organizzato insieme all'Opera Dotazione del Tempio Canoviano e offerto dal Conservatorio al territorio: l’ingresso è infatti gratuito.

"Siamo onorati dell'invito ricevuto e con grande orgoglio portiamo la nostra musica al tempio di Possagno” commentano Nicola Claudio e Stefano Canazza, presidente e direttore del Conservatorio di musica Steffani, che aggiungono: "Grazie all'accordo triennale con la Camera di Commercio di Treviso e Belluno, unico in Italia, il Conservatorio può produrre spettacoli dal vivo con organici di ampie dimensioni sul territorio, arricchendo così l'offerta culturale d'area".

A Possagno, l'Orchestra sinfonica del Conservatorio si esibirà con una produzione diretta da Ernest Hoetzl che proporrà musiche di Johannes Brahms e Piotr Ilic Caikovskij. Nato in Austria nel 1959, Ernest Hoetzl ha diretto più di 80 orchestre nel mondo, in luoghi prestigiosi come la Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Berlino, il Rudolfinum di Praga, i Festspielen di Bregenz. Commentano i dirigenti dello Steffani: “L'incontro con i grandi maestri europei è una delle priorità del progetto orchestra. Il Conservatorio crea connessioni importanti per la carriera futura dei suoi studenti grazie alla possibilità di lavorare con i più grandi direttori viventi".

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×