26 settembre 2021

Conegliano

Conegliano, un contributo a chi apre una nuova attività in locali inutilizzati o sfitti

L’amministrazione ha deciso di organizzare un nuovo bando, per distribuire i 29mila euro rimasti “a disposizione”

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Conegliano, un contributo a chi apre una nuova attività in locali inutilizzati o sfitti

CONEGLIANO - Il comune incentiva le nuove aperture in locali inutilizzati o sfitti. L’amministrazione, guidata dal commissario straordinario Antonello Roccoberton, ha deciso di organizzare un nuovo bando, per distribuire i 29mila euro rimasti “a disposizione”: i precedenti bandi, pubblicati per aiutare gli esercenti contro la crisi causata dal Covid-19, non hanno infatti esaurito tutti i contributi a fondo perduto destinati alle attività coneglianesi.

 

“Si è deciso di procedere all’erogazione di contributi a fondo perduto, una tantum, alle nuove attività produttive che intendano stabilirsi nel territorio del Comune di Conegliano in locali inutilizzati/sfitti da almeno tre mesi, in un’ottica di ripresa e promozione dell’economia locale”, spiega l’amministrazione. L’obiettivo è quello di sostenere le attività economiche, “strategiche per lo sviluppo locale e per la ripresa della Città oltre che per la sua rivitalizzazione, al fine di far fronte alla tendenziale riduzione degli spazi commerciali e artigianali inutilizzati, nonché per sostenere la valorizzazione delle merceologie e lavorazioni originate prevalentemente nel contesto territoriale delle “Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene - Patrimonio dell’Umanità Unesco”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

15/09/2021

L'Atlante dei castelli tra Piave e Livenza

Sabato 18 settembre alle ore 17.30, nel chiostro dell'ex Convento di San Francesco a Conegliano, Artestoria presenterà il libro Atlante dei castelli tra Piave e Livenza di Michele Zanchetta

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×