26 gennaio 2021

Conegliano

Conegliano, Sara Favaro nuovo presidente della Pro Loco

"Spero che venga posta la parola “fine” alle diatribe"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Conegliano, Sara Favaro nuovo presidente della Pro Loco

CONEGLIANO - La Pro Loco inizia il suo nuovo corso. Sara Favaro è stata eletta, ieri sera, nuova presidente dell’associazione, dopo le polemiche e le rotture dei mesi scorsi. Malumori e tensioni non sono mancati nemmeno durante il consiglio – tenutosi in videoconferenza – di ieri. La speranza, con la nuova nomina, è che l’associazione possa tornare a lavorare e a superare la paralisi, dovuta ai dissidi interni e al Covid-19.

 

“Assolverò con serenità il mio incarico nel rispetto di tutte le idee e opinioni, ma con un unico scopo, e cioè il raggiungimento degli scopi associativi e il bene della città – dichiara Favaro -. Spero che venga posta la parola “fine” alle diatribe che in questi mesi si sono consumate sulle pagine dei giornali e sui canali social”.

 

“Da parte mia – promette la nuova presidente – non alimenterò in alcun modo confronti che non siano dettati dalla volontà di costruire il futuro attraverso la legittima critica”. Angela Buso, ultima presidente della Pro Loco prima di ieri sera, aveva rassegnato le dimissioni nel settembre scorso: 8 consiglieri – tra cui la neoeletta Favaro – l’avevano sfiduciata con una lettera.

 

Erano seguiti poi attacchi e repliche, che hanno tenuto banco fino a qualche settimana fa. Ma la domanda che tanti si sono posti riguarda il rapporto con l’associazione Conegliano in Cima, presieduta da Patrizia Loberto, parte anche della Pro Loco come revisore dei conti. La “fazione” dei nove consiglieri, praticamente i firmatari della lettera di sfiducia più uno, non aveva esitato a parlare di un gruppo creato dalla numero uno di Conegliano in Cima, all’interno del quale “la Buso appoggiava la Loberto in tutto e per tutto”.

 

Il rapporto con Conegliano in Cima sarà uguale a quello che avremo con tutte le altre associazioni – dichiara Favaro -. Tutte pari senza differenze, siamo pronti a collaborare con tutti. Che facciano pure richiesta, la Pro Loco è a disposizione”.

 

La neopresidente ha annunciato anche che nei prossimi giorni presenterà al consiglio della Pro Loco un piano di lavoro, “che dovrà per forza di cose fare i conti con la situazione contingente, e cioè con le limitazioni per il Covid e il commissariamento del comune”. Poi ci saranno incontri personalizzati con ciascun consigliere, “per prendere atto del punto di vista di ognuno”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×