01 ottobre 2020

Conegliano

Conegliano, l'incendio all'ex Zanussi colpa di "qualche disgraziato": infuria la polemica

Il Pd riversa la colpa sull'amministrazione: "Abbiamo quindi un gigantesco buco nero in centro"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

incendio ex zanussi conegliano

CONEGLIANO - È bastato l’incendio – fortunatamente senza feriti e grossi danni – all’ex Zanussi per riavviare l’annosa polemica sulla struttura del centro coneglianese.

 

Il Pd ha già chiesto la documentazione antincendio del luogo e dei capannoni: “Inutile fare la voce grossa con i privati cittadini e le aziende se poi è la pubblica amministrazione a lasciare in quelle condizioni un'area così vasta nella quale, fra le altre cose, lavorano dipendenti comunali”, dichiara il consigliere dem Isabella Gianelloni.

 

Ad andare a fuoco ieri sono stati quintali di carta depositati nei magazzini comunali, nella parte dell’ex Zanussi utilizzata dal comune come deposito. La carta era in attesa di essere smaltita. E ora è caccia al responsabile: già ieri mattina il vice sindaco Claudio Toppan aveva parlato di “qualche disgraziato” che ha “pensato bene di incendiare” i cumuli che erano stati sistemati nel magazzino.

 

Lì però ci sono le telecamere di sicurezza, che hanno già ripreso movimenti riconducibili all’incendio di ieri mattina: come riporta il comadandante della polizia locale, Claudio Mallamace, sono stati ripresi dei soggetti, che ora sono ricercati da Carabinieri e vigili. Si tratterebbe di sbandati che accedono all'area per bere, fumare e bivaccare.

 

Il Pd però riversa la colpa sull’amministrazione: “Sappiamo da anni che lì dentro può entrare chiunque, che quell'area è un colabrodo in cui succede di tutto: e allora perché si lasciano ben in vista e raggiungibili materiali altamente infiammabili come la carta?”, continua Gianelloni.

 

“Abbiamo quindi un gigantesco buco nero in centro, abbandonato a se stesso senza alcun criterio di sicurezza, senza controllo vero, insalubre e altamente pericoloso – dichiara ancora l’esponente dem -. Criminale chi ha appiccato il fuoco, conosciamo la balordaggine degli sbandati che da quelle parti mangiano, bevono, dormono, fumano e... spengono maldestramente le cicche. Che cosa dire di chi da anni e anni avrebbe dovuto decidere e ha preferito non occuparsi di una rogna che si sta ingigantendo ogni giorno di più?”

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×