27 febbraio 2021

Conegliano

Conegliano, influencer insultata e offesa sui social: “Si commentano da soli, io vado avanti”

L’inaccettabile attacco subito da Elena Nicol Pasqualotti in seguito a un nostro articolo

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

elena nicol pasqualotti

CONEGLIANO - Solitamente mi curo poco delle attività degli influencer. Ma questa volta la questione è molto diversa, perché gli insulti e le offese di cui Elena è stata vittima sono inaccettabili. Attaccare una ragazza di 26 anni solo perché ha raccontato dell’attacco hacker subito dal suo profilo Instagram è semplicemente ingiusto. Nei giorni scorsi Elena Nicol Pasqualotti, influencer originaria di Conegliano, è stata bersagliata con commenti a dir poco sgradevoli, scritti sotto un nostro articolo che parlava di lei.

 

C’è chi le ha detto di “andare a lavorare”, di non diffondere storie prive di interesse, ma c’è anche chi ha dubitato delle sue qualità e delle sue capacità. Lei, però, non si è tirata indietro, e pazientemente ha risposto ai suoi haters. “All’inizio ci rimanevo male – spiega la ragazza, che ha una laurea in economia e commercio e un master in International Business -. Ora invece rispondo. Lo faccio in nome di chi soffre per questi commenti. La gente non si rende conto della cattiveria gratuita che sparge. Io voglio supportare, non denigrare, e cerco di portare avanti questo modo di vedere le cose. Mi attaccano per partito preso, solo perché faccio questo lavoro”. Elena ha aperto la partita Iva circa un anno fa, dedicandosi a tempo pieno alla sua attività sul web e sui social network. Per inciso, è una che paga regolarmente le tasse.

 

“Prima lavoravo in un’azienda di informatica – racconta -, ma poi ho capito che l’attività di influencer mi rende più felice. Quelli che mi insultano pensano che io non faccia niente, ma non è vero. Per questo cerco di sensibilizzare la gente con i miei commenti”. Ha iniziato a fare la fotomodella circa 8 anni fa, pubblicando i suoi scatti su Facebook.

 

E anche all’inizio ci sono stati gli “odiatori”: “Me ne dicevano di tutti i colori. Soprattutto persone della zona da cui provengo, il coneglianese”. Quelli che qualche giorno fa l’hanno insultata – dice Elena – “si commentano da soli. Le loro frasi sembrano dei copia-incolla messi tra i commenti”. Nell’atteggiamento di chi, sul web, disprezza e vomita il proprio risentimento, c’è un mix di odio, invidia, attrazione malcelata e curiosità. Chi insulta, insomma, è il primo ad apprezzare certi contenuti e certi post. Lo dicevano anche una volta: “chi disprezza compra”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×