27 luglio 2021

Conegliano

"Conegliano deve essere soggetto attivo nelle grandi manifestazioni"

"Noi per Conegliano" crea 8 gruppi di lavoro

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Noi per conegliano

Carlo Dal Vera

 

CONEGLIANO - “Conegliano deve essere soggetto attivo nelle grandi manifestazioni, come Cortina 2026, visto che si trova a metà strada tra la sede olimpica e Venezia”. Stefano Battistella, uno degli esponenti della grande lista civica “Noi per Conegliano”, scalda i motori per le prossime amministrative.

 

La coalizione, che raggruppa Pd, Movimento 5 Stelle, Azione, Italia Viva ed Europa Verde-Verdi, ha già iniziato a lavorare per le elezioni del prossimo autunno. Sono otto i tavoli di lavoro creati dalla nuova lista: “Cultura e Turismo”, “Politiche Giovanili e Sport”, “Industria, Commercio, Lavoro e Agricoltura”, “Urbanistica e sviluppo sostenibile”, “Sociale, politiche sociali e per la famiglia, pari opportunità”, “Amministrazione Trasparente, digitalizzazione, gestione generale e Sicurezza”, “Conegliano Smart City: Progetti e fondi europei” e “Conegliano porta d’ingresso delle Colline del Prosecco Docg, patrimonio Unesco”.

 

A coordinare i tavoli ci sono ex consiglieri comunali dem come Alessandro Bortoluzzi, Italo Rebuli e Isabella Gianelloni e l’ex consigliere in quota 5 Stelle Alberto Ferraresi. Ci sono, però, anche new entry: Carlo Dal Vera, già proposto come (possibile) assessore nel 2017 dai grillini, Stefano Battistella e Antonella Antonello di Italia Viva, Gianni Nicoletti di Azione, Amedeo Fadini di Europa Verde-Verdi, Carlotta Tinarelli, Giovanna Casellato, Federico Mascarin, Roberto Dall’Acqua (segretario del Pd di Conegliano).

 

“Noi per Conegliano” sta preparando il programma per la città: “Non un libro dei sogni, ma una serie di progetti realizzabili e sostenibili, secondo una timeline ben precisa”, precisa Nicoletti. La coalizione ha anche attivato un indirizzo mail (info@noiperconegliano.it): si tratta del primo passo del progetto “Parla con noi”, che dovrebbe diventare – dopo la fine dell’emergenza sanitaria – anche un luogo fisico.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×