01/03/2024pioggia debole

02/03/2024pioviggine e schiarite

03/03/2024pioggia debole e schiarite

01 marzo 2024

Conegliano

Conegliano cambia volto, la rivoluzione è già iniziata: "E' la nostra ultima opportunità"

La situazione relativa a quattro aree dismesse si è “sbloccata”, e la Città del Cima ha l’opportunità di rilanciare dei siti molto importanti per tutto l’hinterland

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

conegliano ex zanussi ex cotonificio

CONEGLIANO - La città di Conegliano dovrà fare delle scelte importanti nei prossimi mesi. La situazione relativa a quattro aree dismesse si è infatti “sbloccata”, e la Città del Cima ha l’opportunità di rilanciare dei siti molto importanti per tutto l’hinterland. “Le aree che stanno partendo sono quattro: le ex Fosse Tomasi, l’ex Tmc Padovan, l’ex Zanussi e l’ex cotonificio”, spiega il sindaco Fabio Chies. A breve le ultime due aree finiranno sotto i riflettori. “Stiamo parlando con i proprietari – aggiunge il primo cittadino -. Nelle prossime settimane incontreremo la ditta Grigolin e il prima possibile organizzeremo un incontro con la nuova proprietà dell’ex cotonificio”. A luglio l’ex fonderia è stata acquistata all’asta dal Gruppo Grigolin, mentre l’ex cotonificio Bassetti è stato rilevato dalla società “Bodio” di Luciano Mazzer, patron di Tegola Canadese.

 

L’amministrazione sarà però coinvolta nelle scelte che riguarderanno il futuro di questi stabilimenti: il 20% dell’area Zanussi appartiene infatti al comune, e l’ex cotonificio sarà con tutta probabilità al centro di un accordo pubblico-privato. Come ha spiegato la nuova proprietà, l’area di via Zamboni ospiterà strutture e servizi utili ai cittadini. “Rispetto al beneficio pubblico la nostra attenzione sarà alta – dichiara il sindaco -. I nuovi proprietari sono due imprenditori del territorio, quindi possiamo ragionare su un’area più vasta. C’è un grande interesse pubblico, dobbiamo ragionare con le proprietà per valorizzarlo”.

 

C’è già qualche idea per il futuro delle due aree. “Per quanto riguarda l’ex Zanussi ci aspettiamo un parco – anticipa Chies -. Per il resto stiamo facendo un ragionamento su scala territoriale”. “La nuova destinazione sarà residenziale e ricettiva – spiega invece la proprietà dell’ex cotonificio -. Faremo un accordo pubblico-privato con il comune. Lì potremmo realizzare anche dei parcheggi, un centro commerciale, un centro convegni e un’aula magna, ma il progetto è ancora in divenire. Il nostro obiettivo sarebbe quello di mantenere i muri esterni dell’ex cotonificio e di creare una specie di città interna alla città. Con il comune stiamo parlando anche del futuro dell’Ipc”.

 

Sono le ultime opportunità che abbiamo per cambiare il volto della nostra città – conclude Chies -. Si tratta delle ultime aree da sviluppare. Questo dimostra che la nostra città è attraente e che Conegliano è fondamentale per l’area vasta”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×