26 ottobre 2021

Conegliano

Conegliano, Bonaldo ci riprova: "Manifestazione per riaperture e libertà in Piazza Cima"

L'organizzatore ha chiesto le autorizzazioni alle forze di polizia, e ora è in attesa del nulla osta

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

devis bonaldo

CONEGLIANO - Devis Bonaldo ci riprova. Dopo l’annullamento della prima manifestazione – ufficializzato lo scorso 30 ottobre – il presidente del circolo trevigiano di “Ancora Italia” lancia una nuova iniziativa. In questi giorni il volantino della nuova manifestazione ha fatto il giro delle chat di Whatsapp: l’appuntamento è previsto per domenica 18 aprile 2021, alle 14, in piazza Cima a Conegliano.

 

L’iniziativa è stata ribattezzata “In piazza per la libertà”: Bonaldo e i suoi chiedono “la riapertura delle attività e il ripristino delle libertà fondamentali”. Nei giorni scorsi l’organizzatore ha chiesto le autorizzazioni alle forze di polizia, e ora è in attesa del nulla osta. Come ha spiegato il commissario prefettizio Antonello Roccoberton, che guida l’amministrazione coneglianese in questa fase di commissariamento, la richiesta è al vaglio degli uffici competenti: sarà, comunque, definita domani mattina.

 

Bonaldo ha invitato anche il sindaco-medico di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski. Parteciperà? "Vediamo, prima faccio il medico”, spiega il primo cittadino.

 

Sulla scia delle recenti proteste legate all’iniziativa “IoApro”, anche Conegliano potrebbe avere, quindi, la sua manifestazione. Bonaldo e i suoi vogliono comunque portare in piazza una protesta ordinata e rispettosa delle regole anti-Covid: è previsto, infatti, l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento sociale.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×