25 febbraio 2021

Conegliano

Conegliano, è rottura totale. Zambon: "Forse Chies ha problemi con qualcuno che lo manovra"

La replica dell'ex sindaco dopo l'attacco di Chies

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Conegliano, è rottura totale. Zambon:

CONEGLIANO - Non ci sta a passare per un burattinaio, l’ex sindaco Floriano Zambon. Nelle ultime settimane le accuse sono arrivate da ogni parte, soprattutto sui social. Ma sono state le dichiarazioni di Fabio Chies, ex sindaco uscente, a far traboccare il vaso. “Mi dispiace che sia stato alle spalle di queste cose”, ha detto di Zambon, riferendosi alle dimissioni dei due consiglieri dei Popolari per Conegliano, che hanno contribuito a far cadere la sua amministrazione.

 

Chies ha infatti rimproverato al suo predecessore di non aver mai preso le distanze dalle mosse e dagli attacchi dei “suoi” Popolari. “Mi sarei aspettato un po’ di signorilità in più da chi ha fatto il sindaco. Non avrei mai usato quei toni”, ha dichiarato inoltre Chies. La replica di Zambon è arrivata dopo qualche ora: “Lui e il suo amico Toppan mi sembrano un po’ nervosetti. Ma è meglio che se la mettano via, io non c’entro nulla e non tramo nulla”.

 

Se l’amministrazione è caduta, invece, è perché “due consiglieri di Forza Italia sono andati via. Quando perdi il 30% dei tuoi alleati devi farti una domanda sul tuo fallimento”.

 

“Non mi addebitino la responsabilità di una regia occulta – continua Zambon -, è una cosa che si sono inventati loro. E’ ora di finirla, sui social sono diventato quello che ha manovrato sotto. Mutuo le parole da un intervento fatto in questi giorni, è meglio che facciano un passo indietro tutti quanti”.

 

Zambon è seccato anche per l’attacco che riguarda la sua signorilità. E c’è una cosa che non gli è proprio andata giù: “È stato Chies a togliermi le deleghe in maniera poco elegante, con una mail alle 14.01, quando gli uffici comunali erano ormai chiusi. Da quando non sono più assessore, tra l’altro, non sono mai intervenuto”.

 

E così Zambon rispedisce le critiche al mittente: “Inutile cercare fantasmi. Forse è Chies che ha problemi con qualcuno che lo manovra e tira i fili come con le marionette”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×