30/01/2023poco nuvoloso

31/01/2023sereno

01/02/2023velature lievi

30 gennaio 2023

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Con l'acqua ozonizzata meno fitofarmaci e più tutela dell'ambiente

Due progetti verranno presentati venerdì 19 novembre a Valdobbiadene, presso Villa dei Cedri, durante un convegno organizzato dalla Confraternita di Valdobbiadene e dalle Fondazione Valdobbiadene Spumante

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Con l'acqua ozonizzata meno fitofarmaci e più tutela dell'ambiente

VALDOBBIADENE - Due progetti innovativi per ridurre l’utilizzo di fitofarmaci. Verranno presentati venerdì 19 novembre a Valdobbiadene, presso Villa dei Cedri, durante un convegno organizzato dalla Confraternita di Valdobbiadene e dalle Fondazione Valdobbiadene Spumante. Il progetto Ozoplus Wine prevede l’introduzione in vigneto di ceppi di lievito: in particolare viene utilizzata la specie Starmerella bacillaris, che svolge un’attività antifungina contro lo sviluppo della muffa grigia. I ceppi, introdotti con i grappoli d’uva in cantina, sono in grado di migliorare la qualità del vino durante la prima fase della fermentazione.

 

L’obiettivo del progetto Ozoplus Grape, invece, è quello di prolungare l’efficacia del trattamento effettuato con l’ozono. In questo caso viene usto il chitosano, un polisaccaride naturale già utilizzato come induttore di resistenza nelle piante. Il chitosano ad alto peso molecolare è in grado di formare un “film” sulle foglie dopo il trattamento: si tratta di una barriera meccanica contro l’ulteriore ricolonizzazione effettuata dei funghi. Questo meccanismo prolunga anche l’effetto protettivo dello stesso ozono.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×