29/06/2022pioggia debole e schiarite

30/06/2022nubi sparse

01/07/2022poco nuvoloso

29 giugno 2022

Esteri

"Con guerra in Ucraina superati i 100 milioni sfollati in tutto il mondo"

"Aiuti umanitari sono palliativo, non cura. Per invertire questa tendenza, unica risposta sono pace e stabilità"

|

|

MONDO - A causa anche della guerra in Ucraina, il numero di persone costrette a fuggire da conflitti, violenze, violazioni dei diritti umani e persecuzioni ha superato per la prima volta la soglia di 100 milioni. "Cento milioni di persone sono una cifra impressionante, che fa riflettere e allarma allo stesso modo - ha dichiarato Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati - E' un record che non avrebbe mai dovuto essere raggiunto".

 

"Questo dato deve servire da campanello d'allarme per risolvere e prevenire conflitti devastanti, porre fine alle persecuzioni e affrontare le cause che costringono persone innocenti a fuggire dalle loro case". Quest'anno la guerra in Ucraina ha causato otto milioni di sfollati interni ed è stato registrato un movimento di più di sei milioni di rifugiati dall'Ucraina. Secondo l'Unhcr, il numero di persone costrette a fuggire in tutto il mondo è salito a 90 milioni alla fine del 2021 a causa di nuove ondate di violenza o conflitti prolungati in Paesi come Etiopia, Burkina Faso, Myanmar, Nigeria, Afghanistan e Repubblica Democratica del Congo.

 

"La risposta internazionale alle persone in fuga dalla guerra in Ucraina è stata estremamente positiva - ha aggiunto Grandi - Abbiamo bisogno di una simile mobilitazione per tutte le crisi nel mondo". "Gli aiuti umanitari sono un palliativo, non una cura - ha detto - Per invertire questa tendenza, l'unica risposta sono pace e stabilità in modo che persone innocenti non siano costrette a scegliere tra un pericolo estremo in patria o precaria fuga ed esilio".

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×