31 ottobre 2020

Vittorio Veneto

Il Comune piazza sul mercato immobili per oltre 3 milioni

Ex scuole e terreni in vendita

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Il comune vende

VITTORIO VENETO – Tornano in vendita, con gara pubblica, i contenitori vuoti della città. C’è l’ex Mafil, con prezzo a base di gara di 1.650.000 mila euro (chi è interessato ad acquistarla potrà beneficiare di una rateizzazione del pagamento), l’ex scuola elementare “Sauro” di San Giacomo (490mila euro), ma anche un’area verde vicina a Santa Augusta per “soli” 1.500 euro.

E poi in vendita le ex scuole elementari “Cantore” di via Faldato Alto (45mila euro), “Toti” di via Fais (33mila euro) e “Bongiovanni” di via San Lorenzo (50mila euro), testimoni di quando le borgate montane erano popolate e ciascuna aveva la propria scuola.

Nel bando l’ex scuola elementare “Manzoni” di Porta Cadore (225mila euro) e quella di Formeniga (127mila euro), oltre all’ex asilo di piazza Gallina (115mila euro). E poi terreni lungo via Pinto (tre lotti, da 28mila, 33mila e 105mila euro), un’area boschiva in via Costa Rive (49mila euro), un’autorimessa in piazza Medaglie d’Oro (50mila euro) e un appartamento in via Cal de Livera (40mila euro).

Entro il 30 settembre, come da avviso pubblico sul sito del Comune, dovranno pervenire le offerte. Il primo ottobre si saprà dunque se uno dei tanti contenitori vuoti di Vittorio Veneto, che negli anni vengono ripetutamente riproposti con aste, avranno trovato un compratore.

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×