22 aprile 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Il comune assegna 240 euro di ristoro per il centro estivo del figlioletto alla senatrice Sonia Fregolent

L’ex sindaco ha chiesto ed ottenuto il “rimborso spese” che la municipalità di Sernaglia ha assegnato a 7 famiglie del paese

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

sonia fregolent, ristoro centro estivo

SERNAGLIA DELLA BATTAGLIA – La pandemia ha imposto doverose misure di sostengo alle famiglie, è il caso del ristoro per il centro estivo istituito dal comune di Sernaglia della Battaglia, a titolo di “rimborso spese” per i genitori dei bambini che hanno usufruito del servizio. Il bando per la richiesta non prevedeva alcun limite di reddito per accedere al bonus così tra coloro che lo hanno richiesto è comparsa anche una personalità inattesa: l’ex sindaco Sonia Fregolent, ora consigliere comunale in paese e senatrice della Repubblica tra le fila della Lega, nonché di professione avvocato.

A darne notizia la Tribuna di Treviso in un ampio articolo. Nulla d’illecito s’intende, la richiesta era perfettamente legittima così come l’attribuzione del ristoro economico alla senatrice Sonia Fregolent, per la partecipazione del figlioletto ai centri estivi. L’importo totale erogato dal Comune per il bonus ammontava a 2.244 euro a fronte di una quarantina di bambini partecipanti ai centri estivi ma solo una decina sono state le famiglia che hanno chiesto il ristoro tra queste quella della senatrice: quindi tutto regolare, tutto a norma.

Il fatto però non è passato inosservato vista la posizione socialmente di rilievo di Sonia Fregolent. Un ruolo istituzionale, quello della senatrice, che garantiscono un compenso più che decoroso. Secondo l’indagine Istat 2019 il reddito netto medio familiare (senza affitti figurativi) in Italia e più precisamente nel nordest è di poco più di 35mila euro all’anno, va da sé che chi è eletto al Senato della Repubblica ha uno stipendio di quasi 15mila euro mensili: beh quindi, ben oltre quanto percepito mediamente da buona parte dei cittadini.

Senza fare i conti in tasca a nessuno, pratica poco elegante ma per la verità legittima trattandosi di una personalità elette ad una carica pubblica: viene da chiedersi se a fronte di una condizione economica ben al di sopra della media, l’aver chiesto e ottenuto quei 240 euro non abbia suscitato qualche imbarazzo? Di certo a molti cittadini ha fatto storcere il naso!
 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×