29 marzo 2020

Conegliano

"Il Comune apre alle osservazioni. Ma chiude le porte"

Il Comitato per il Parco del Castello continua la sua battaglia. E nota irregolarità

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

CONEGLIANO - Ristorante e parcheggio ai piedi delle mura del castello, per alcuni cittadini, sono un "attentato al paesaggio". E il Comitato per il Parco del Castello continua la sua battaglia contro la cementificazione dell'area. Trovando però la porta chiusa. Il Comune di Conegliano aveva avvisato che, chi avesse voluto presentare le proprie osservazione contro l'approvazione della struttura, avrebbe potuto farlo entro il 16 agosto compreso. Ma quando, quel giorno, qualcuno - carte e contestazioni in mano - si è recato presso gli uffici comunali di via Einaudi, li ha trovati blindati. Erano tutti in vacanza.

 

La denuncia arriva dal Comitato per il Parco del Castello. "E' grave che il Comune - commenta il Comitato - dopo aver avvisato i cittadini che le osservazioni potevano essere presentate fino al giorno 16 agosto compreso, tenga poi chiusi gli uffici proprio nell'ultimo giorno: ai cittadini resta l'impressione di essere stati quasi boicottati". Non è, questa, l'unica irregolarità riscontrata. "Il comitato, - rendono noto i cittadini- tramite i propri consulenti legali, ha verificato che tale avviso, pubblicato all'albo pretorio sul sito internet del comune in pieno di ferie, è irregolare in quanto non esplicita la possibilità di presentare le osservazioni a mezzo posta o via PEC".

 

La richiesta del Comitato? "Sospendere l'iter e rimediare al tutto".

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×