03/12/2021pioggia e schiarite

04/12/2021pioviggine

05/12/2021pioggia debole

03 dicembre 2021

Treviso

Comunali, trionfo del centrodestra nella Marca: ecco i sette sindaci neo eletti

Bof: "E' stata una campagna elettorale difficile, il Covid e il periodo che stiamo vivendo hanno influito"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

sindaci eletti

Da sin: Roberto Campagna Cordignano, Andrea Susana Portobuffolè, Paolo Guizzo sindaco Volpago, Maria Scardellato Oderzo, Adalberto Bordin Montebelluna, Francesco Soligo Villorba.

VILLORBA - Il test elettorale delle comunali negli otto comuni della Marca al voto conferma la vittoria del centrodestra a trazione leghista.

Sei dei sette sindaci neo eletti, con Conegliano al ballottaggio, sono stati ufficialmente presentati martedì mattina al K3 di Villorba, sede provinciale della Lega Liga Veneta Treviso. Presenti Maria Scardellato sindaco di Oderzo, Adalberto Bordin sindaco di Montebelluna, Francesco Soligo di Villorba, Roberto Campagna sindaco di Cordignano, Paolo Guizzo sindaco di Volpago e Andrea Susana di Portobuffolè. Unico assente Luciano Ferrari sindaco di Monfumo.

Tra i sindaci sostenuti dalla Lega tre sono stati confermati per il secondo mandato (Oderzo, Volpago e Portobuffolè) e tre neo eletti ma tutti già presenti nelle giunte delle amministrazioni uscenti (Montebelluna, Villorba e Cordignano).

In tutti i comuni, Conegliano escluso, si è registrato un calo dell’affluenza ai seggi, ha votato solo il 47% degli aventi diritto. Sintomio di una disaffezione alla politica? “Il dato dell’affluenza di questa tornata elettorale è un dato nazionale, non riguarda solo della nostra Provincia - le parole di Gianangelo Bof, commissario provinciale della Lega - E’ stata una campagna elettorale diversa, a tratti difficile. Bisogna anche sottolineare che gestire una campagna elettorale con una dinamica legata alla pandemia ha influito sicuramente. Le restrizioni hanno certamente cambiato il nostro modo di comportarsi e di agire. Ad esempio c’è stata più difficoltà ad incontrare la gente ad avere contatti diretti a incontrarla nelle piazze. Ma anche una difficoltà a completare le liste.Noi abbiamo potuto contare sul lavoro dei nostri militanti, vera risorsa del nostro movimento”.

Continuità è la parola d’ordine per i sindaci riconfermati al secondo mandato: Maria Scardellato sindaco di Oderzo: “Non è stata una campagna elettorale facile, anzi, ma non abbiamo mai perso di vista l’obbiettivo e per questo ringrazio la mia squadra che ha lavorato senza cadere nelle provocazioni”. Credo che l’astensionismo sia legato anche al periodo che stiamo vivendo. La tensione anche inconscia che la gente ha accumulato in questo anno e mezzo si è riversata anche nella politica”. Da cosa ripartirà il suo mandato: “Abbiamo un progetto nuovo, un project financing per la valorizzazione dell’ex caserma Zanusso con la realizzazione di un centro sportivo di alto livello e un centro per il dopo di noi”.

Al secondo mandato anche Paolo Guizzo sindaco di Volpago del Montello: “Da consigliere ad assessore e ora riconfermato sindaco. Ripartiamo dalla fiducia dei cittadini, continuando a dare risposte a tante questioni che da tempo erano ferme in attesa di sviluppo”.

Nel segno della continuità anche Portobuffolè con Andrea Susana al terzo mandato consecutivo: “Posso dire che questa volta non avevo avversari temibili. L’unica mia paura era che la gente di Portobuffoltè non andasse a votare. Invece ha creduto ancor una volta nel nostro progetto e questo ci rende orgogliosi”.

Eletto al primo turno, superando i 5 avversari, Francesco Soligo sindaco di Villorba, già nella giunta del sindaco uscente Serena: “Prima consigliere, poi assessore e ora sindaco. Continuerò a lavorare per il mio territorio”. Quali le priorità? “L’apertura di un terzo centro di sollievo, bloccata dal Covid, e la continuazione delle opere pubbliche che stiamo facendo a Catena: scuole, rotatoria e piste ciclabili. Tra una settimana presenteremo la squadra che mi affiancherà”.

Montebelluna ha scelto Adalberto Bordin, capogruppo uscente della Lega: “Continuiamo a lavorare come abbiamo fatto negli ultimi dieci anni di amministrazione precedente. E’ una vittoria nata da anni di lavoro in cui abbiamo fatto tanto. Ora continueremo portando avanti tutti i progetti che abbiamo già in cantiere e curando il rapporto quotidiano con i cittadini”. Da cosa partirete? “Dal sociale, dalla tutela delle fascia più deboli e dai giovani”.

A Cordignano vince Roberto Campagna: “Siamo andati oltre le aspettative, facendo capire dove e con chi stava la Lega. Ora ripagheremo i cittadini della fiducia con una buona squadra e tanto lavoro ”.

Tante dunque le conferme per comuni già a guida leghista. E ora l'attenzione è tutta sul ballottaggio di Conegliano che vedrà sfidarsi Piero Garbellotto, sostenuto da Lega e Fratelli d'Italia, e Fabio Chies sostenuto da Forza Italia. Un duello tutto di centrodestra che ora dovrà tentare di conquistare qualche volto dallo storico rivale: il centrosinistra. “Se guardiamo la caduta dell'amministrazione precedente a Conegliano c'era una voglia di cambiamento anche nella componente di sinistra - sottolinea il commissario provinciale della Lega che strizza l’occhio al Pd- Voglia di cambiamento che noi abbiamo interpretato, ascoltando i bisogni dei cittadini. Certo ci sono punti del nostro programma elettorale in comune a quello di Francesca Di Gaspero su cui si possono sviluppare dei ragionamenti sempre per il bene dei cittadini”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×