20 ottobre 2021

Castelfranco

Completata la rimozione delle big bags. Filippetto: «Ora avanti con il nuovo terminal»

Pandemia e burocrazia avevano rallentato lo smaltimento dei sacchi contenenti eternit. Nel 2022 prevista la rivoluzione del trasporto pubblico in città.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Parcheggio nord stazione ferroviaria

CASTELFRANCO - «È stato un parto lungo e faticoso». Sono le prime parole pronunciate, come un sospiro liberatorio, dall’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Filippetto in merito al completamento della rimozione delle numerose big bags, depositate da anni nei pressi del parcheggio nord della stazione ferroviaria.

L’assessore ricorda come lo smaltimento delle migliaia big bags, contenenti terreno contaminato da amianto, presso una discarica di Lipsia, in Germania, sia stato più volte interrotto a causa della pandemia di Covid-19 e il suo ripristino sia stato rallentato dalle procedure burocratiche dei diversi soggetti in campo (Italia, Germania, Austria). «L’impresa Emaprice ha fatto tutto il possibile per risolvere la questione e non possiamo imputarle nessuna negligenza» commenta Filippetto.

Ora, con le sacche in viaggio verso le terre teutoniche, è possibile guardare al futuro con più ottimismo. La prossima procedura è la bonifica bellica del terreno, interessato dai bombardamenti durante la Prima e soprattutto la Seconda Guerra Mondiale. La bonifica prevede la rimozione di una porzione di terreno profonda un metro, in quanto in passato sull’area sorgeva una ditta che lavorava il ferro e i cui resti di lavorazione impediscono ai macchinari specializzati di rilevare ordigni nel terreno.

Successivamente vi sarà la bonifica ambientale, realizzata in accordo con l’Arpav, e poi finalmente potranno iniziare i lavori per la realizzazione del terminal bus e delle fondazioni delle pensiline, lavori che dovrebbero essere completati entro fine anno.

Con il nuovo terminal bus e lo spostamento del deposito della MOM in via Forche, durante l’estate 2022 dovrebbe entrare a regime il nuovo sistema di trasporto pubblico, con la rivoluzione delle linee degli autobus. A riguardo, l’assessore Filippetto annuncia anche importanti novità. Saranno infatti istituite due linee suburbane (Castelfanco – Castello di Godego – Riese Pio X – Vedelago e Castelfranco – Albaredo – Resana) e un nuovo itinerario urbano, che grazie all’utilizzo di minibus, percorrerà il circuito del centro storico, collegando la stazione ferroviaria con i parcheggi, la piazza e infine l’ospedale San Giacomo.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×