13/08/2022velature lievi

14/08/2022velature lievi

15/08/2022pioggia debole e schiarite

13 agosto 2022

Lavoro

e-Commerce: Amazon ma non solo, in Italia cresce Zalando e avanza Manomano

|

|

E-commerce

In Italia il 79,8% degli italiani acquista online. I prodotti di maggior successo sono abbigliamento e calzature (36%), dispositivi elettronici per la casa (36%), libri e articoli per l’edilizia (23%) e le preferenze dei marketplace riflettono proprio queste abitudini d’acquisto. Così, se i primi due posti della classifica sono coperti da grandi colossi generalisti - primo Amazon, seguito da EBay, Zalando, marketplace specializzato nel settore moda, si classifica già al terzo posto dei siti più trafficati in Italia, vantando una crescita del 60% rispetto all’anno scorso. E' quanto emerge da una 'mappa' sui marketplace nel mondo messa a punto da Yocabé, azienda che affianca i brand nelle vendite online.

 

A seguire poi, fra i marketplace più compulsati in Italia, AliExpress al quarto posto e il sito Manomano, dedicato all’arte e all’artigianato che si conquista una posizione fra i primi 5 siti di vendita online multibrand. E se Francia, Spagna, Regno Unito e Germania restituiscono un quadro piuttosto simile a quello italiano, dove Amazon e Ebay la fanno da padroni, nel resto del mondo le cose sono un po’ diverse.

In Olanda il sito di vendite più utilizzato è Bol.com, un marketplace local che deve il suo successo all’ampia offerta, alle spedizioni rapide e ai prezzi convenienti. Meritano una menzione i paesi scandinavi dove, seppure Amazon e i grandi generalisti concentrano clienti e vendite, negli anni sono nati molti siti “autoctoni” capaci di tenere testa ai colossi dell’ecommerce. Uno fra tutti è Blocket che ogni mese genera oltre 26 milioni di visite, di cui il 91,46% dalla Svezia, l’1% dalla Finlandia, l’0,79% dalla Norvegia e lo 0.87% dalla Danimarca.

 

Un panorama davvero variegato quello dell’Europa dell’est che, a fianco dei colossi, vede la presenza di molti siti di vendita local, come esempio Allegro, una piattaforma generalista polacca che si rivolge a 16 milioni di utenti ricevendo molto traffico. Un altro marketplace rilevante in quell’area geografica, soprattutto nel mercato polacco, è il generalista Olx, che riceve oltre 122 milioni di visite mensili dalla Polonia e quasi 54 milioni dalla Bulgaria. A Olx segue Emag.ro, un marketplace polacco che offre diverse categorie di prodotti e attira in media 31 milioni di visite al mese. Wildberries, invece, è il primo marketplace in Russia. Ogni mese attira in media oltre 183 milioni di visite mensili.

 

In America Latina oltre il 47% della popolazione fa i propri acquisti online attraverso il MercadoLibre che, con una media di oltre 280 milioni di visite mensili, è di fatto il marketplace più popolare della regione.

 

L’universo cinese dei marketplace è dominato da Alibaba, il colosso fondato da Jack Ma che nel 2018 ha fatturato oltre 39,898 miliardi di dollari. Del gruppo fanno parte Taobao, piattaforma e-commerce generalista annoverata tra i 20 siti web più visitati al mondo con oltre 500 milioni di utenti registrati; Tmall, focalizzato sui prodotti di alta qualità di abbigliamento, cura della persona, arredo, cibo che conta 233 milioni di visite al mese e Kaola, marketplace che molti brand del lusso occidentali utilizzano per presidiare il mercato cinese

 

 

 



Annunci Lavoro

Cerchi o offri lavoro? Accedi al servizio di quice.it. Seleziona tipologia e provincia per inserire o consultare le offerte proposte!


Dello stesso argomento

immagine della news

31/07/2021

Amazon multata per 746 milioni di euro

Le autorità del Lussemburgo hanno ritenuto di fatto colpevole l’azienda di aver violato il Gdpr (Regolamento generale sulla protezione dei dati).

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×