28/11/2021rovesci di pioggia

29/11/2021sereno

30/11/2021poco nuvoloso

28 novembre 2021

Treviso

CNA TREVISO: «LA MAFIA C'È, ANCHE IN VENETO»

Il direttore Rosolen interviene sulla rimozione dei libri di Saviano dalla biblioteca di Preganziol

| |

| |

CNA TREVISO: «LA MAFIA C'È, ANCHE IN VENETO»

TREVISO - Secondo Giuliano Rosolen, direttore provinciale della Confederazione Nazionale dell'Artigianato (Cna) e della Piccola e Media Impresa di Treviso, "la penetrazione delle mafie al Nord è un dato di fatto", come hanno fatto emergere importanti inchieste della magistratura.

"La malavita organizzata - spiega in una nota - ha da tempo piantato salde radici nell'economia delle regioni più ricche infiltrandosi in molti settori produttivi, in particolare nell'edilizia e nel movimento terra, ma anche nella società e nella politica. Anche il Veneto e la Marca Trevigiana hanno registrato più di un'anomalià inquietante e dunque non sono immuni dal rischio di un contagio profondo. Non ci sono infatti isole felici: la mafia non è un problema del Sud, è un problema anche nostro".

Sulla rimozione dei libri di Saviano dalla biblioteca comunale di Preganziol Rosolen osserva  che con la mafia non si scherza e che la Cna, come tutte le associazioni datoriali, è da sempre impegnata nella difesa delle imprese pulite, che operano nella legalità e per la legalità.

"La politica locale, al di là di qualsiasi steccato ideologico - continua Rosolen - deve tenere alta la guardia sul fenomeno della mafia economica, dando voce a tutti coloro che, con coraggio, spesso a rischio della vita, ne denunciano l'esistenza e i perversi meccanismi di infiltrazione".

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×