06 aprile 2020

Treviso

"CITTADINI COLLABORATE CON LE FORZE DELL'ORDINE"

E' l'appello del comandante provinciale dei Carabinieri, Fabrizio Bernardini

| Laura Tuveri | commenti | (1) |

| Laura Tuveri | commenti | (1) |

Treviso - Collaborare sempre di più con le forze dell’ordine. Ha colto l’occasione di ribadirlo, il comandante del comando provinciale di Treviso il colonnello Fabrizio Bernardini (a destra nella foto), nell’ambito dell’annuale incontro con la stampa per tracciare il bilancio di un anno di attività. Per prevenire i reati, le rapine e i furti in modo particolare, le segnalazioni da parte dei privati e degli impiegati di banche e uffici postali sono sempre gradite e incoraggiate dagli uomini dell’Arma.

E nel complimentarsi con il titolare del ristorante di Arcade che ieri è riuscito a far fuggire i malviventi che erano entrati nel suo locale per rapinarlo, il col. Bernardini raccomanda, comunque, di fare sempre riferimento alle forze dell’ordine perché non sempre le cose possono risolversi felicemente come in questa fattispecie, anzi, in molti casi, i tentativi di autodifesa possono essere controproducenti. Il comandante ha anche voluto elogiare i suoi uomini per l’abnegazione con cui si mettono al servizio della collettività.

E rispetto alla recrudescenza dei furti nelle abitazione, alcuni dei quali trasformatisi in rapine, a cui stiamo assistendo in questo periodo, evidenzia che, purtroppo, trattasi di un fenomeno consueto in vista delle festività di fine anno, perdi più aggravato dalla crisi economica che spinge più di qualcuno a rubare anche per fame. Ma c’è un’altra raccomandazione: cercare di dotarsi di tutti quei sistemi di difesa passiva per scoraggiare l’intrusione di estranei nelle proprie abitazioni.

Ma veniamo alle cifre. I numero di reati commessi dal 1 gennaio al 15 dicembre è 22.364, in leggera flessione rispetto al 2008 (22.729 dati compresivi di tutto il mese di dicembre). Le persone arrestate sono state 415 (in flagranza) e 149 su provvedimento dell’autorità giudiziaria. Importanti anche i numeri dell’attività di contrasto alla droga. Sono stati sequestrati 184 grammi di eroina, 845 di cocaina, 2.137 di hashish, 1.444 di altre sostanze, 211 dosi di ecstasy e arrestate 74 persone e deferite 40. 57.473 sono stati i militari impegnati in servizi di perlustrazione che sono stati in tutto 27.879, mentre i servizi di ordine pubblico sono stati 486 e hanno impegnato 1.912 uomini.

Fra le principali operazioni che hanno coinvolto gli uomini dell’Arma, segnaliamo l’arresto lo scorso 18 gennaio, a Castelfranco, di un cittadino del Burkina Faso per l’omicidio di un transessuale brasiliano, mentre due giorni dopo a Musano di Trevignano i militari hanno tratto in arresto quattro persone accusate di violenza privata e sessuale di gruppo ai danni di un disabile 32enne.

Il 31 luglio venivano arrestai ben 22 extracomunitari per droga e sfruttamento della prostituzione, mentre il 5 settembre si procedeva all’arresto della giovane brasiliana accusata di aver ucciso la figlioletta di due anni. L’ultimo arresto per omicidio ha avuto luogo lo scorso 28 novembre, a Motta. In manette è finita una 63enne italiana responsabile dell’omicidio del nipote 43enne.

 



Laura Tuveri

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×