02 agosto 2021

Agenda

Cittadella Jazz Festival.

Cittadella Jazz Festival

Musica

quando 22/07/2021
orario Dalle 20:30 alle 23:00
dove Cittadella
prezzo Offerta responsabile
organizzazione ProLoco Cittadella e Comune di Cittadella

Cittadella Jazz 2021


Cittadella Jazz 2021
la Cultura per la rinascita “

Il 2020/1 verrà ricordato dai libri di storia come il periodo più difficile del dopoguerra. La pandemia ha colpito l’intero pianeta stravolgendo le abitudini delle persone, negli affetti, nella socialità e nella gestione dello studio e del lavoro.

La realizzazione di una nuova manifestazione potrà rappresentare una ripartenza per il co- stume e la cultura, favorendo un positivo e graduale ritorno alla normalità.
La volontà è quella di proporre una nuova edizione del Cittadella Jazz. La manifestazione nell’estate del 2020, grazie all’impegno del Comune di Cittadella, dei suoi Amministratori e della compartecipazione preziosa tra Procittadella, Zenart e numerose realtà produttive del territorio (dai locali alle aziende) ha realizzato il Festival Jazz della città murata, festeg- giando la ricorrenza degli 800 anni delle storiche mura con una rassegna di quattro giorni.

Per l’edizione 2021 oltre a ProCittadella, verrà coinvolta la Show and Co S.r.l. uninominale per la gestione delle Agibilità Ex enpals e la Filarmonica Cittadellese Cooperativa Sociale per la gestione dei seminari didattici con gli artisti del Festival.

La programmazione riguarderà 4 giornate dal 22 al 25 Luglio 2021.
Indicativamente il Oltre alle due location di Piazza Pierobon e Campo della Marta, i locali aderenti ospiteranno concerti jazz. Vera novità saranno i seminari didattici di alcuni Artisti


presenti al Festival Cittadella Jazz 2021e gestiti dalla scuola Filarmonica Cittadellese che provvederà ad animare anche le Jam-sessions.



Aperitivi musicali

Nella fase antecedente 18-20 e successiva 23,30-1 potranno essere allestiti nei locali eventi collaterali di intrattenimento musicale (prima) e jam session con gli artisti nei clubs (dopo). Potranno essere organizzati eventi didattici musicali pomeridiani (stage o masterclass) con gli artisti invitati al festival.

Jam Sessions

Negli Esercizi che aderiranno, verranno allestite delle postazioni con una sezione ritmica residente (pianoforte, contrabbasso e batteria), che comincerà ad esibirsi al termine delle performances del palco principale in attesa degli ospiti musicisti dal palco o dal pubblico.

Gli esercizi convenzionati verranno inserite nella programmazione e nel calendario ufficia- le del Festival.
Il preciso cronoprogramma, permetterà alle attività del centro (negozi, bar e ristoranti) di partecipare capillarmente al flusso del pubblico.

pastedGraphicpng pastedGraphic_1png

Andrea Bertollo

Valerio Galla



Erica Boschiero Trio

Giovedì 22 luglio 2021:

Erica Boschiero, cantautrice trevigiana conosciuta in Italia e all’estero per la sua produzione che coniuga ricerca storica, approfondimenti sulle tematiche sociali ed ambientali e sulle

questioni di genere, presenta il suo nuovo album “RESPIRA”.

L’arrivo del Covid-19 ha privato milioni di persone del loro respiro. La paura del contagio, di perdere il lavoro, delle crescenti tensioni sociali toglie il respiro. L’inquinamento delle nostre città toglie il respiro. L’acqua del Mare Mediterraneo, se il gommone in cui viaggi si rovescia e tu non sai nuotare, toglie il respiro. Il ginocchio di un poliziotto sul collo perché hai la pelle del colore sbagliato toglie il respiro. La mano di un marito violento se sei una donna che non vuole più essere una proprietà toglie il respiro.

Il respiro diventa la chiave di lettura di un’epoca che porta a galla tutte le nostre contraddi- zioni e le nostre tensioni più profonde. Siamo orfani di comunità, di senso, di rapporti con la Terra. I paradigmi del passato vacillano, creando lo spazio per nuove priorità, nuove sensibi- lità, nuove visioni del futuro. Dopo il successo di E tornerem a baita, piccola perla per lo più in dialetto delle montagne venete dedicata alla sua terra d’origine, Erica Boschiero torna alla lingua italiana con dieci brani di cui è autrice e compositrice, in un percorso che è quasi un concept album su questo tempo. Intrecciando storie di migranti che riposano sul fondo del mare o risplendono nei campi come rubini al sole, di donne abusate dalla stessa mano che incendia foreste e fa strage di animali, di alberi di montagna spezzati da venti eccezionali che nonostante tutto cantano all’uomo canzoni d’amore, Erica ci regala uno spaccato del presente, dalle cui crepe si intravede la luce di qualcosa di nuovo. Qualcosa a cui si approda solo attraversando il buio, imparando a restare fermi, riscoprendo l’atto del respirare e del prendersi cura, per poi muoversi in una direzione nuova, nella costruzione collettiva di un’i- deale “città della gioia”. Un camminare che fa dell’amore e della cura il paradigma principe. A suggellare il viaggio, alla fine dell’album, il duetto con Neri Marcorè: due voci, maschile e femminile, che si mescolano e camminano insieme, alla pari, tra campi di grano illuminati dal sole a tempesta finita.

A vestire e completare i brani gli arrangiamenti di Sergio Marchesini, già arrangiatore di E tornerem a baita e conosciuto soprattutto per le sue colonne sonore (film di Andrea Segre ed altri). Il tributo al mondo cinematografico emerge chiaramente, insieme all’intento di coniu- gare il folk a elementi di elettronica e campionamenti, grazie anche agli interventi di musi- cisti d’eccezione come Ferruccio Spinetti, Alessandro d’Alessandro, Giovanna Famulari, Alessandro Asso Stefana, Saverio Tasca, Massimo Cusato, Francesco Ganassin, Riccardo Bertuzzi, Andrea Ruggeri, Francesco Piovan e Gianluca Segato e alla mano sapiente di Pao- lo Iafelice ai mix. Tra i brani del disco troviamo La Memoria dell’acqua, presente anche nel- la compilation “YAYLA – musiche ospitali” presentata per Rai Radio 3 dalla sala A di via Asiago nel 2018.

Erica Boschiero, cantautrice veneta, vincitrice di numerosi premi nazionali per musica d’au- tore, ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Letto-

nia, Bielorussia, Ungheria, Repubblica Ceca, Nepal e Kazakhstan.

Ha suonato per Emergency, per Amnesty International (al DOX di Praga e al Palais Chaillot di Parigi per il “Human Rights Defensors World Summit”), per la Marcia della Pace Peru- gia-Assisi di cui ha scritto l’inno nel 2018, per Legambiente, per il movimento Se non ora quando, per i Fridays For Future e in molte altre occasioni di rilevanza sociale. Ha in attivo tre album e porta in scena spettacoli che vedono la sua musica dialogare con il teatro, il di- segno dal vivo e la divulgazione scientifica. Collabora con Sergio Marchesini, Vasco Miran- dola, Michele Dotti, Jacopo Fo, Paolo Cossi. Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Maria Pia De Vito.

Dal 2017 dirige il Coro dell’Università Popolare di Treviso, uno coro di 40 donne dai 60 ai 93 anni. L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità.

Erica Boschiero Voce, Chitarra Acustica Enrico Milani – violoncello
 

Filippo Zonta - percussioni
Gege Telesforo 4tet - Jazz Arena in Campo della Marta ore 21,30

Cantante, Compositore, Musicista e presentatore televisivo e radiofonico.
La sua carriera nel mondo dello spettacolo inizia alla fine degli anni ’70 quando la sua voce accompagna gli ascoltatori di Radio Foggia all’interno del programma Dimensione Jazz, ne- gli anni successivi la sua popolarità aumenta sempre di più grazie a celebri trasmissioni te- levisive che lo rendono noto al grande pubblico. (Renzo Arbore - Quelli della Notte-) Parallelamente, Gegè Telesforo continua la sua carriera di musicista, polistrumentista e pro- duttore diventando uno degli artisti jazz più noti d'Italia collaborando anche con alcuni dei nomi più illustri del panorama discografico nazionale e internazionale; il suo ultimo proget- to si intitola Il Mondo in Testa.

Gege Telesforo Voce
Dario Deidda Bass
Domenico Sanna Piano and Keys Michele Santoleri Drums



Venerdì 23 Luglio 2021:

Enrica Bacchia - trio Piazza Pierobon ore 20,30

Cantante, ricercatrice, vocal coach, performer, Enrica Bacchia predilige l’arte in tutte le sue molteplici forme. Diplomata presso l’Istituto d’Arte e l’Accademia di Belle Arti di Venezia, si dedica con pari intensità alla musica, all’insegnamento, alla grafica e alla pittura. Considerata una delle voci più espressive della musica jazz europea, ha rappresentato con enorme successo il canto jazz italiano negli Stati Uniti, ma è nota anche in Brasile, dove ha proposto un repertorio di musica brasiliana sia nei concerti che in trasmissioni radiotelevisi- ve.

Nel 1999 iniziano le tournée in Cina, nel duplice ruolo di docente, per alcuni stage rivolti a insegnanti e allievi del Beijing Contemporary Institute of Music di Pechino, e di vocalist, nell’ambito delle manifestazioni legate al Festival Jazz della capitale cinese.
Negli anni 2000 si accosta anche alla scrittura, pubblicando Mongolia La Via dell’Acqua, uno speciale reportage del viaggio tra Siberia e Mongolia, alla scoperta del canto armonico, delle simbologie, dei suoni e dei ritmi primordiali delle etnie Tsaatan, gli sciamani – Uomini Renna. Nel 2012 con Battiti 2017 ripercorre le tappe di un nuovo itinerario in terre straniere. Coniugando psicologia, canto, musica e teatro, ha insegnato presso la Libera Università di Alcatraz in Umbria, di Dario e Jacopo Fo, collaborando al progetto Mirror Art Therapy del dott. Paolo Baiocchi, direttore del centro di Psicologia Gestalt di Trieste.

Insieme a ricercatori e scienziati di fama mondiale, Enrica Bacchia è membro del Comitato Scientifico Artistico dei Progetti Interculturali ÌNIN, di Anna Bacchia, inoltre collabora al Progetto ÌNIN One Earth Choir – Il Coro della Terra – e, come Vocalist Performer, al Pro- getto COn-SCIENCE THEATRE of BEING, fondato a Lugano.

Attualmente alterna l’attività concertistica all’attività di vocal coach e insegnante di canto presso Art Voice Academy di Castelfranco Veneto, diretta dal Maestro Diego Basso, e altre diverse realtà del territorio veneto.

Enrica Bacchia Voce Massimo Zemolin Chitarre Valerio Galla Percussioni

Alessio Menconi Chitarra Faso Basso
Christian Meyer Batteria

Trio Bobo - Jazz Arena in Campo della Marta ore 21.30

Il Trio Bobo nasce nel 2002 dall'esigenza di Faso e Christian Meyer, funambolica sezione ritmica di Elio e le Storie Tese, di misurarsi con generi musicali che nella band "madre" dif- ficilmente vengono approfonditi, nella fattispecie la musica di derivazione africana, il jazz e la fusion.

Dopo l'esperienza con alcuni quartetti e quintetti con fiati e pianoforte, fra cui la Little Big Band e gli Energia Pura, con cui si esibiscono facendo cover nei locali, i due decidono di optare per una situazione più snella: è in questo frangente che Christian Meyer assiste a un concerto in cui suona il chitarrista Alessio Menconi, apprezzandone le qualità e proponen- dogli di provare a suonare insieme.

Menconi, che nonostante la giovane età vanta collaborazioni di livello internazionale, tra le quali spicca la realizzazione di quattro album con Paolo Conte (con il quale prende parte anche a diversi tour europei), si rivela il profilo perfetto per completare il trio, essendo sia un esecutore puntiglioso che un musicista in grado di improvvisare ad alti livelli.

Dopo un periodo passato a fare cover, il gruppo inizia a comporre materiale proprio e giun- ge nel 2005 alla registrazione del primo album omonimo, che crea immediato interesse nel-

l'ambito jazz nazionale.

Nonostante i numerosi impegni dei singoli membri, in primo luogo l'intensa attività live di Elio e le Storie Tese, il Trio Bobo rimane attivo, mantenendo lo spirito giocoso ed esuberan- te che caratterizza le personalità dei suoi membri, con un’intensa attività live nei locali di tutta Italia, con qualche sporadica sortita oltre confine e giunge nel 2016 al secondo album, Pepper Games, con cui consolida il proprio suono fatto di groove africano, suoni latini e un'impronta marcatamente jazz/rock.

Nel 2019, a seguito dello scioglimento di EelST, il Trio entra a far parte della Hukapan Ma- nagement, di proprietà degli stessi EelST e mette in cantiere il terzo album con la presenza di ospiti quali Stefano Bollani al piano e la cantante indiana Varijashree Venugopal: l'album vedrà la luce nell'ottobre dello stesso anno e si intitolerà "Sensurround". Grazie all’interesse di una major come Universal, che li porterà finalmente a coronare il loro sogno e a vedere il loro disco stampato e distribuito da una delle più importanti etichette di genere: Decca/Uni- versal, il Trio Bobo è pronto per affrontare il mondo!



Sabato 24 Luglio 2021

Paolo Belli Big Band Piazza Pierobon ore 21:30

Paolo Belli: una carriera lunga oltre 30 anni spesa fra Musica, Tv e Teatro, con all’attivo ol-

tre mille concerti dal vivo in Italia e all’estero, due spettacoli teatrali di grande successo an- dati in scena per sei stagioni, e gli impegni televisivi che lo vedono, con la sua Big Band, protagonista delle prime serate RAI più amate dal pubblico da oltre 20 anni, da Torno Saba- to con Giorgio Panariello a Ballando con le Stelle, che nell’autunno 2021 lo vedrà ancora al fianco di Milly Carlucci per la 16° edizione del programma.

Il concerto di Paolo Belli & Big Band è un perfetto intrattenimento per ogni età, adatto a concerti in piazza come eventi privati. Un vero e proprio show versatile, in grado di intrat- tenere il pubblico a 360°.

Uno spettacolo unico nel suo genere, divertente, solare, dal ritmo coinvolgente, in un cre- scendo di note ed emozioni capaci di rendere il pubblico protagonista e parte integrante dello spettacolo stesso.

Non un semplice concerto, ma un vero e proprio show, maturato proprio grazie alla grande esperienza televisiva di Paolo e della sua band. Uno stile inimitabile ed inconfondibile, fatto di musica travolgente e tanto divertimento. In scaletta i suoi più grandi successi, alter- nati ad alcuni omaggi ai maestri che hanno in uenzato la sua carriera sin dall’inizio, come Carosone, Jannacci e Conte.

Sul palco insieme a Paolo Belli la Big Band che da sempre lo accompagna in tv, a teatro e nei concerti di piazza in tutta Italia
 

e all’estero.
La Paolo Belli Big Band è composta da:

Mauro Parma (batteria e piccole percussioni) Gaetano Puzzutiello (basso e contrabbasso) Enzo Proietti (tastiere)
 

Paolo Varoli (chitarre) Giuseppe Stefanelli (percussioni)

Juan Carlos Albelo Zamora (violino e mandolino) Davide Ghidoni (tromba)
 Nicola Bertoncin (tromba)

Gabriele Costantini (sax)

Marco Postacchini (sax)

Pierluigi Bastioli (trombone)

Daniele Bocchini (trombone)



Joe Barbieri Trio - Jazz Arena in Campo della Marta ore 21:00

Joe Barbieri ha all’attivo 5 album di brani originali (“In Parole Povere” 2004, “Maison Ma- ravilha” 2009, “Respiro” 2012, “Cosmonauta Da Appartamento” 2015 e “Origami” 2017), oltre ad un cd+dvd dal vivo (“Maison Maravilha Viva” 2010) registrato all’Auditorium Par- co della Musica di Roma ed un disco dedicato a Chet Baker (“Chet Lives!” 2013), dato alle stampe per il venticinquennale della scomparsa del musicista e cantante americano.

La sua musica è pubblicata in molti Paesi del mondo, e la sua personale cifra stilistica – che lega la canzone d’autore al jazz e alla musica world – lo ha portato nel corso degli anni ad incrociare collaborazioni con colleghi in ciascuno di questi ambiti (da Omara Portuondo a Jorge Drexler, da Stacey Kent a Stefano Bollani, da Peppe Servillo a Pino Daniele) ed a cal- care alcuni tra i palchi più prestigiosi del pianeta.

Tra gli autori italiani maggiormente apprezzati, Joe Barbieri ha spesso prediletto negli anni come interpreti le voci femminili, scrivendo – tra le altre – per Patrizia Laquidara, Giorgia o Musica Nuda.

Joe Barbieri - voce, chitarra Pietro Lussu - pianoforte
Daniele Sorrentino - contrabbasso



Domenica 25 Luglio 2021

Ruggero Robin Trio - Piazza Pierobon ore 20,30

Chitarrista jazz di tecnica eccelsa acquisisce molto presto un'elevata cultura musicale che gli permette di collaborare ed esibirsi con importanti artisti italiani e internazionali del calibro: Bruce Gaitsch, Janey Clewer, Joe Diorio, Trilok Gurtu, Enzo Todesco, Alex Acuña, Oskar Cartaya, Marc Jordan, John Patitucci, Marc Quinones, Richie Gajate García, Giulio Capioz- zo, Flavio Boltro, Robert Bonisolo, Frank Tontoh, George Acogny, Kavin Davy, Kirk Smart, Thoss Panos, Matt Johnson, NikOlai Bierre, Tony Smith, Ola, Alfredo Paixão, Franco Testa, Elio Rivagli e altri grandi artisti.

Ruggero Robin Chitarra Nicola Sorato Basso Marco Carlesso Drums

XYQuartet

QuartettoQuartetto - Jazz Arena in Campo della Marta ore 21,30

Il nuovo album di nusica.org: QuartettoQuartetto, inedito progetto nato dalla sinergia tra XYQuartet e il Conservatorio di Musica di Vicenza Arrigo Pedrollo.
Uscito a Dicembre con la rivista JazzIt, è il 19° progetto discografico di nusica.org prende vita da una inedita collaborazione: quella tra XYQuartet - gruppo di punta dell’innovazione jazzistica in Europa- e il Conservatorio di Musica Arrigo Pedrollo di Vicenza.

QuartettoQuartetto è un ampio e originale lavoro di orchestrazione di celebri hit di XYQuar- tet, riarrangiati dalla band e dal compositore Gianmarco Scalici. Sei brani storici del gruppo (Titov; Malcom Carpenter; Spazio Angusto; Vale Vladi; Consecutio Temporum e Pax Vobi- scum) e due inediti (No Evidence; Essential) registrati ed eseguiti insieme a quattro musici- sti del Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza, impegnati con un’ampia varietà di stru- menti a percussione. Nasce così un progetto sinergico e d’avanguardia, per un disco di gran- de colore e dinamiche estreme, di forte impatto sonoro e scenografico.

L’uscita di QuartettoQuartetto è prevista a dicembre con la rivista JazzIt, insieme ad un’am- pia intervista a XYQuartet e in anteprima il 18 novembre negli store digitali. In programma a dicembre la presentazione ufficiale, al Festival Vicenza Jazz

QuartettoQuartetto ripercorre la storia di XYQuartet, con Alessandro Fedrigo al basso elet- trico, Nicola Fazzini al sassofono, Saverio Tasca al vibrafono e Luca Colussi alla batteria, insieme ai percussionisti Christian Del Bianco, Paolo Zanin, Rossano Muzzupapa, Luca Gallio, e l’ausilio della classe di musica elettronica, Gli otto musicisti danno vita a un disco pensato per indagare nuove soluzioni timbriche e ritmiche, in cui marimbe, gong, campane tubolari, archi, timpani colorano gli otto brani dell’album.



Nicola Fazzini (alto sax) Alessandro Fedrigo (bass guitar) Saverio Tasca (vibes)
Luca Colussi (drums)
Christian Del Bianco (percussions) Paolo Zanin (percussions) Rossano Muzzupapa (percussions) Pietro Cavallon (percussions)

XYQuartet è uno dei gruppi più apprezzati della nuova scena del jazz italiano. Con alle spalle tre incisioni e numerosi prestigiosi concerti in Italia e all’estero è stato premiato nel 2014 e nel 2017 come secondo miglior gruppo italiano nel sondaggio della critica indetto dalla rivista Musica Jazz.

Il progetto nasce nel 2011 a Nordest, tra Veneto e Friuli, dall’incontro di due identità artisti- che complementari, quelle del sassofonista Nicola Fazzini e del bassista Alessandro Fedrigo che creano, con il vibrafonista Saverio Tasca e il batterista Luca Colussi, una musica scritta, originale e innovativa, provvista di profonda coerenza e omogeneità. XYQuartet attraversa diversi linguaggi musicali e artistici aggiornandoli alla contemporaneità, esplorando nuove strade compositive con un approccio curioso, ‘oltrejazzistico’. Dal 2011 la band ha realizza- to numerosi concerti e tour in Italia e all’estero esibendosi su palchi prestigiosi: dalla Casa del Jazz di Roma al noto Torrione Jazz Club di Ferrara, passando tra gli altri anche per Um- bria Jazz, Novara Jazz, Foligno Young Jazz, Ambria Jazz, Gallarate Jazz Festival, Valdarno Jazz, Centro D’Arte di Padova, Pisa Jazz e molti altri. Ma la musica di XYQuartet sta recen- temente valicando il confine italiano con concerti in Austria, Germania, Slovenia, Ungheria, Polonia, Spagna, Francia e Belgio.


Altri Eventi nella categoria Musica

Villorba

08/08/2021 dalle 05:30 alle 07:30 - Parco di Villa Giobvannina - via della Libertà 2, Carità

Risveglio all'alba.

Musica e Benessere al Parco di Villa Giovannina

Villorba

20/08/2021 dalle 21:00 alle 22:30 - p.zza Aldo Moro (in caso di maltempo Palateatro, via Cave - Fontane

Mi ritorni in mente ....

Revival canzoni anni 60/70/80

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×