05 aprile 2020

Vittorio Veneto

Cinquanta parcheggi in meno in piazza a Ceneda, la preoccupazione dei cittadini

Dubbi sulle firme protocollate in comune contro la nuova piazza

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

Cinquanta parcheggi in meno in piazza a Ceneda, la preoccupazione dei cittadini

VITTORIO VENETO - I cenedesi sono preoccupati per i parcheggi di piazza “Giovanni Paolo I”. Dubbi e malumori sono emersi durante il consiglio di quartiere di martedì sera: con la nuova versione della piazza voluta dall’amministrazione e progettata dall’architetto Alfonso Cendron, infatti, i residenti vedrebbero sparire circa 50 degli 80 stalli oggi disponibili.

 

Rimarrebbero così soltanto 30 parcheggi a disco orario, per permettere il ricambio delle auto in sosta. E’ stato questo il tema che ha tenuto banco durante la discussione in consiglio: alcuni cenedesi temono infatti che la riduzione dei parcheggi possa avere delle ripercussioni anche sul commercio del quartiere, diminuendo la possibilità di trovare un posto auto nelle vicinanze degli esercizi.

 

Preso atto delle richieste dei cittadini, il consiglio di quartiere presieduto da Massimo Santonastaso si è subito messo al lavoro, inoltrando al sindaco Roberto Tonon e al suo vice Alessandro Turchetto una richiesta formulata in quattro punti. Il consiglio, infatti, pur dichiarandosi favorevole al progetto di riqualificazione, ha fissato delle condizioni prima della partenza dei lavori.

 

Innanzitutto, il consiglio chiede “che vengano individuati e realizzati i parcheggi che sostituiscano quelli che andrebbero persi con la realizzazione della nuova Piazza”.

 

Una possibile soluzione sarebbe quella di realizzarli nella vicina via Malanotti. Il consiglio poi chiede all’amministrazione di impegnarsi a “terminare i lavori entro il 16 gennaio 2018, oppure di rinviare i lavori al 2019, “considerato il grande aumento dell’affluenza di visitatori previsto per il 2018”. Le altre richieste riguardano invece il restauro della fontana del Cardinale e un nuovo piano per la viabilità a Ceneda.

 

Per quanto riguarda invece la raccolta firme contro il progetto della nuova piazza, secondo alcune indiscrezioni ci sarebbero delle perplessità (anche da parte dell’amministrazione) sulla regolarità dei moduli protocollati in comune.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×