22 settembre 2020

Castelfranco

Cima Grappa diventa simbolo di Pieve del Grappa

Il nuovo stemma del comune è stato presentato ieri alla comunità

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Cima Grappa diventa simbolo di Pieve del Grappa

PIEVE DEL GRAPPA - Cima Grappa diventa simbolo di Pieve del Grappa, assieme al leone alato e alle rose che rappresentano Fietta e Paderno. Con la nascita del nuovo stemma del comune, presentato ieri alla comunità, alla vigilia della manifestazione di Cima Grappa, si completa l'iter della fusione tra i due paesi, iniziata due anni fa.

 

Un progetto durato sei mesi curato dall'architetto asolano Maurizio Trevisan ha dato un volto all'identità del paese. Un progetto complesso "riassumere" due stemmi già ricchi di loro e reinterpretare il linguaggio araldico, pieno di simboli, in chiave moderna e duttile, ma l'impresa sembra riuscita. Il leone alato di Crespano e le rose rappresentanti Paderno e Fietta, hanno avuto l'approvazione del presidente del Consiglio e del Presidente della Repubblica e i bozzetti, per legge rigorosamente realizzati a mano, sono diventati parte dell'Archivio storico dello Stato. Rimangono fuori invece San Marco con il suo Vangelo e l'aquila simbolo della famiglia Fietta.

 

"E' stato difficile riassumere stemmi pregni di storia" ha spiegato l'architetto Trevisan "è stato difficile anche spiegare a Roma che il nostro leone non era il leone classico di San Marco, ma quello più simbolico rappresentato anche sulla Porta della Carta di palazzo Ducale a Venezia, fuso con l'angelo che scende in laguna a proteggere Venezia."

 

Soddisfazione viene espressa anche dall'ex sindaco di Paderno del Grappa, Giovanni Bertoni: "Siamo orgogliosi di questo momento e anche delle rose rosse, che mantengono lo sfondo azzurro e argento: la nostra storia è davvero un messaggio contemporaneo. La diversità, come diverse sono state le due comunità di Fietta e Paderno, appartiene all'identità, ma nello stesso tempo diventa un messaggio di uguaglianza e pari dignità."

 

Molto contenta anche Annalisa Rampin, ex sindaco di Crespano e primo sindaco di Pieve del Grappa: "Un momento condiviso da tutta la comunità, un risultato a cui siamo arrivati anche grazie alle minoranze e un lavoro molto curato. La firma delle presidenze è un altro passo per Pieve del Grappa." Cima Grappa non poteva non far parte dello stemma, sia perché sotto l'egida di Pieve del Grappa, ma soprattutto perché un simbolo universale, di pace e di unione, facilmente riconoscibile da tutti.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×