16 ottobre 2021

Treviso

"Ciao papino mio", l'addio a Donato Ammaturo travolto da un furgone mentre passeggiava

Oggi pomeriggio nel Duomo di Treviso si sono svolti i funerali

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

 Donato Ammaturo

TREVISO - “Ciao papino mio, sei stato la gioia più grande della mia vita. Non ho dormito, mi sono svegliata che non mi sentivo bene, dovevo partire a prima mattina ma ho posticipato a dopo pranzo, ero in stazione, ma ho perso il treno perché avevo dimenticato il cellulare in ufficio. Nessuno ci avvisa, ma tu mi hai fatto capire che era arrivato il momento di prendere coraggio per venire a salutarti un’ultima volta. Mi hai aspettato. Quando eravamo piccole, la sera prima di andare a dormire venivi nella nostra stanzetta, ci prendevi la mano, e pregavamo insieme e oggi allo stesso modo abbiamo pregato affinché tu possa essere un angelo del paradiso. Ti amo tantissimo e ti amerò per sempre. Da oggi sarai per sempre al mio fianco”.

Queso il messaggio affettuoso e commovente che Francesca ha dedicato al suo papà, Donato Ammaturo, 55enne originario di Napoli, ma da anni residente nella Marca, morto venerdì scorso dopo quasi 5 mesi dal giorno in cui è stato investito da un furgone mentre stava passeggiando a Istrana. Aveva 55anni. Troppo gravi le ferite riportate a seguito dell’incidente che a distanza di mesi lo hanno portato alla morte.

Oggi pomeriggio nel Duomo di Treviso si sono svolti i funerali. A salutarlo per l’ultima volta, la moglie Antonietta e le tre figlie, Rossella, Francesca e Vittoria, il genero Paolo e la mamma Rosa, oltre ai tanti amici e parenti.

Dopo la cerimonia la salma ha proseguito per la cremazione. Le ceneri saranno tumulate nel cimitero di Vedelago.

 

Leggi anche:

Viene travolto da un furgone mentre sta passeggiando

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×