22 ottobre 2021

Conegliano

Chilometri di siepe tagliati tra Spresiano e Ponte della Priula: Enpa filma tutto e denuncia

Il presidente dell’Enpa Treviso: “Le siepi rappresentano un inestimabile patrimonio di biodiversità”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Chilometri di siepe tagliati tra Spresiano e Ponte della Priula: Enpa filma tutto e denuncia

SPRESIANO - Chilometri di siepe tagliata lungo la Pontebbana, tra Spresiano e Ponte della Priula: Adriano De Stefano, il presidente dell’Enpa di Treviso filma tutto e denuncia pubblicamente la situazione. “Tra l’indifferenza delle Amministrazioni locali, oltre un chilometro della rigogliosa siepe che costeggiava la Pontebbana, tra Spresiano e Ponte della Priula, è già stata brutalmente estirpata … non è rimasto nulla. In questi giorni ci aspettiamo la desertificazione totale dell’intero tratto”.

 

Come oramai sempre più spesso accade la denuncia di quanto sta accadendo è stata affidata ai social e in poche ore sono stata migliaia le visualizzazioni del video di De Stefano, che spiega: “Le siepi rappresentano un inestimabile patrimonio di biodiversità, per centinaia di anni hanno rivestito un'importanza ecologica non indifferente, offrendo cibo e rifugio a centinaia di forme di vita”.

 

Il taglio di alberi e siepi lungo la Pontebbana ha scatenato l’indignazione di molti, probabilmente con un’eco ben maggiore di quanto lo stesso presidente Enpa avesse immaginato, segno evidente che le sensibilità su questi temi stanno mutando rapidamente. «Attorno a noi assistiamo a un paesaggio che cambia ogni giorno e, ogni giorno perde un pezzetto di sé, appiattendosi e impoverendosi fino alla desolazione – conclude desolato De Stefano -. Una nuova forma di imbarbarimento culturale che aggiunge l’impoverimento estetico a quello economico. Doppiamente poveri: nelle tasche, e nella mente”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×