05/10/2022nubi sparse

06/10/2022parz nuvoloso

07/10/2022velature lievi

05 ottobre 2022

Cronaca

Chiara Ferragni e Fedez a Ibiza con il jet privato: “In 90 minuti hanno inquinato quanto due persone in un anno”

Il produttore discografico Emiliano Rubbi biasima la coppia per lo stile di vita “poco rispettoso dell'ambiente”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Chiara Ferragni e Fedez

ITALIA – L’immagine felice di una bella coppia giovane, ricca e famosa che con la prole va in vacanza nel Mediterraneo sta scatenando l’oramai consueto vespaio social di commenti poco bonari. Già perché la famiglia in questione è quella di Chiara Ferragni e Fedez che durante il volo che li ha condotti da Milano ad Ibiza, per una vacanza con i loro bambini, hanno postato nei social video e foto del viaggio.

Ad aprire la danza del biasimo Emiliano Rubbi, produttore discografico, compositore e sceneggiatore che su Facebook non ci è andato giù leggero sulla questione: “ E insomma, si scopre che Chiara Ferragni e Fedez, per il loro viaggio con i pargoli da Milano a Ibiza a bordo di un jet privato (90 minuti), hanno inquinato esattamente quanto due persone inquinano nell’arco di un intero anno. Che uno dice: vabbè, mica sono i soli straricchi a usare dei jet privati pure per andare a fare la spesa, eh. Però, in effetti, almeno gli altri loro colleghi milionari solitamente hanno il buon gusto di non presentarsi come paladini dell’ambiente, forza Greta e via dicendo.

Un po’ come il simpatico Jovanotti, che da due estati si aggira per l’Italia devastando allegramente ecosistemi con il suo Jova Beach Tour, ma se uno glielo fa notare lui risponde che sono tutte bugie degli “econazisti”, come una Meloni qualsiasi. Quando si capirà che l’ecologismo è una questione seria e non un accessorio di moda da sbandierare quando si cerca di raccattare qualche like o vendere qualche biglietto in più, probabilmente inizieremo a fare qualche passo avanti.

E non accadrà per merito di una tizia che vende sciampi e borsette e cavalca questi temi perché vanno di moda, e neppure grazie a un cinquantacinquenne che si veste come uno che ha chiesto consigli sul look a un Manu Chao sotto acido, ma grazie a una rinnovata consapevolezza generale. E no, credetemi: questa roba non aiuta a creare alcuna consapevolezza, serve solo a far sentire “dalla parte giusta” un pugno di ingenuotti che si muovono coi mezzi pubblici e a far arricchire ulteriormente quelli che pisciano in testa alle loro illusioni direttamente dal jet privato”. 

Una critica che rasenta lo sfogo ma in realtà tra le centinaia di commenti molti si schierano dalla parte della coppia, difendendola. “Complimenti per la spocchia radical-chic contro la Ferragni, che venderà anche gli shampoo, ma nel frattempo ha messo su un'azienda che fattura e dà lavoro. Avete ammorbato con questo odio sociale, voi paladini di battaglie infarcite di rancore, siete riusciti a rendermi simpatici Jovanotti e la Ferragni in un colpo solo”: è uno dei tanti commenti. Rubbi risponde a molti, con grande convinzione. Si aprono discussioni e ragionamenti mentre intanto la famigliola biasimata si rilassa in spiaggia sotto l’ombrellone. Chissà se la torrida estate 2022 sarà ricordata anche per queste vicende social?

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×