05 aprile 2020

Basket

Charles Cooke III nuovo esterno della De Longhi

Ultimo movimento di mercato in casa Treviso Basket: mercoledì la presentazione

Basket

Charles Cooke III nuovo esterno della De Longhi

TREVISO - La De’ Longhi Treviso Basket ha messo sotto contratto Charles Cooke III, esterno statunitense di 25 anni nato il 1 luglio 1994 a Trenton (New Jersey).

196cm, grande potenza fisica abbinata a doti di tiro e buona tecnica individuale, è un giocatore completo e versatile che puo’ giocare sia guardia che ala piccola.

Con TVB sarà la sua prima esperienza europea dopo un assaggio di NBA con i New Orleans Pelicans nel 2017/18 (13 partite), i training camp svolti con i Pelicans, gli Heat e Wizards, e le due stagioni in G-League, la lega di sviluppo della NBA, con i Greensboro Swarm (17/18), con i Salt Lake City Stars e Sioux Stars Skyforce (18/19).

La sua carriera di college dopo l’High School alla Trenton Catholic Academy, si è divisa tra i primi due anni alla James Madison University e il biennio finale (2015/17) a Dayton University dove ha chiuso con cifre di ottimo livello: 15.8 punti a gara con 5.1 rimbalzi, 2.8 assist, 1 stoppata, 1.1 recuperi e il 38% da tre punti.

Nella sua esperienza in G League ha una media di 13.8 punti a gara con 4 rimbalzi e 2.3 assist, 46% da due e 34% da tre punti.

Mercoledì mattina alle 11.30 la presentazione a Sant'Antonino.

 

Altri Eventi nella categoria Basket

Coronavirus, Towns:
Coronavirus, Towns:

Basket

Coronavirus, Towns: "Mia madre in coma, è durissima"

STATI UNITI - "Mia madre è in coma e respira grazie a un ventilatore". Karl-Anthony Towns, stella dei Minnesota Timberwolves, con un lungo video su Instagram, rivela che i genitori hanno contratto il coronavirus.
 

Coronavirus, stop anche all’NBA
Coronavirus, stop anche all’NBA

Basket

Fermato nella notte, durante il riscaldamento, il match tra Jazz e Thunder per la positività al tampone da parte di un giocatore

Coronavirus, stop anche all’NBA

STATI UNITI - Clamoroso in NBA: la lega di basket si ferma a causa della diffusione del contagio da coronavirus negli Stati Uniti.

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×