28 novembre 2020

Sport

Altri Sport

Champions, Inter fermata dallo Shakhtar.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Champions, Inter fermata dallo Shakhtar.

Kiev, 27 ott. (Adnkronos) - Secondo pareggio consecutivo dell’Inter in Champions League, dopo il 2-2 di San Siro contro il Borussia M’Gladbach la squadra nerazzurra non va oltre lo 0-0 all’Olimpiyskiy Stadium di Kiev contro lo Shakhtar Donetsk. La formazione di Conte non riesce ad espugnare il fortino degli ucraini colpendo due pali nel primo tempo. In attesa dell’altro match del gruppo B in programma alle 21 tra Borussia M’Gladbach e Real Madrid lo Shakhtar sale a 4 punti, a 2 l’Inter.

Al 16’ lampo nerazzurro con un sinistro di Lukaku che impegna Trubin, sul proseguo dell’azione la palla arriva a Barella il cui destro scheggia la parte alta della traversa. Poco dopo ci prova Hakimi, conclusione deviata in angolo.

Al 38’ palla per Lautaro in verticale, il difensore in marcatura lo contiene permettendo l’uscita al portiere. Al 41’ punizione invitante dal limite per l’Inter, Lukaku si aggiusta la sfera e lascia partire una sassata deviata sulla traversa dall’estremo difensore degli ucraini.

Al 53’ occasionissima Inter, Brozovic calcia dal limite, la ribattuta corta di Trubin finisce sui piedi di Lautaro che incredibilmente calcia alto dall’area piccola. Angolo per i nerazzurri, Vidal stacca di testa ma non trova lo specchio. Galoppata di Hakimi sulla fascia destra, lo scarico al centro viene neutralizzato dal difensore che spazza.

Per dare una scossa alla squadra, Conte richiama in panchina Lautaro, al suo posto Perisic. Al 76’ nuova occasione per l’Inter, Lukaku riceve palla nel cuore dell’area ma il difensore lo contiene sporcandone la conclusione col portiere che allontana di piede, a nulla valgono le richieste di rigore dei nerazzurri. Fuori anche Vidal, entra Eriksen, dentro anche Darmian per D’Ambrosio.

All’83’ pericolo per l’Inter, Young sbaglia il retropassaggio e innesca Teté, il brasiliano arriva sul fondo ma il cross al centro non trova compagni liberi. In campo anche Pinamonti per Young. Le due squadre sembrano stanche, dopo 3 minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro.

 



AdnKronos

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×