01/12/2022velature estese

02/12/2022pioggia debole

03/12/2022pioggia debole

01 dicembre 2022

Oderzo Motta

Cessalto, inaugurata la nuova palestra all'aperto

L'iniziativa del taglio del nastro ha preceduto una serata con testimonianze di atleti paralimpici

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

la palestra a cielo aperto

CESSALTO - In occasione dell’incontro "Una vita per lo sport" organizzato dal Comitato Melograno e dal Circolo Culturale Noi è stata inaugurata presso l’Oratorio San Michele di Cessalto una palestra calisthenics all’aperto voluta dal Parroco Don Mauro Gazzelli a beneficio di tutti coloro (soprattutto giovani) che vogliono cimentarsi in questa nuova disciplina sportiva che sfrutta attrezzi semplici quali sbarre, spalliere e parallele per fortificare la muscolatura.

«Mens sana in corpore sano.» - ha dichiarato Don Mauro - per spiegare, come dimostrato da questa locuzione latina, che già gli antichi avevano compreso la stretta relazione fra la cura del corpo e quella dello spirito. Dopo il tradizionale taglio del nastro alla presenza del Sindaco Luciano Franzin, la serata, patrocinata oltre che dal Comune di Cessalto anche dall’ULSS2 Marca Trevigiana, dal Comitato Italiano Paralimpico e dalla Federazione Italiana Paralimpica Powerchair Sport (sport praticati in carrozzina elettrica) è entrata nel vivo con le testimonianze di atleti paralimpici e non, che non si sono limitate alle sole esperienze sportive ma hanno toccato anche temi quali l’amore, l’amicizia, la famiglia, gli ideali, lo spirito di gruppo, l’onore e il rispetto dell’avversario.

Hai iniziato Filippo Cristante, ex calciatore professionista con 460 presenze in serie A e B e 3 presenze in nazionale Under 21 ora allenatore professionista che ha ricordato come la sua carriera sia iniziata con i primi calci al campetto dell’oratorio. È stata poi la volta dei Black Lions Venezia, squadra di hockey in carrozzina elettrica, facente parte della Polisportiva Terraglio e Campione d’Italia in carica poiché vincitrice degli ultimi tre scudetti. Alessandro Franzò, Simone Ranzato e Matteo Damian hanno ripercorso le entusiasmanti tappe dell’ascesa ai vertici delle categorie nazionali ed internazionali.

Assieme a loro anche gli Sparkle Wheels di Jesolo, neonata squadra di calcio e hockey in carrozzina elettrica che ambisce a seguire le orme dei “cugini” come sottolineato dal presidente Lorenzo Manassei. Quasi come un filo conduttore volto a dimostrare che anche il calcio può essere trasversale ed inclusivo è arrivata la testimonianza di Salvatore La Manna, Caporalmaggiore Capo Croce d’Oro al Merito dell’Esercito, atleta paralimpico della Nazionale Calcio Amputati, che ha ricordato i drammatici ed interminabili momenti dell’operazione militare in Libano durante i quali ha perso una gamba.

Pierino Dainese, Presidente dell’ANMIL Sport Italia, accompagnato da Gianni Santi, Presidente dell’ANMIL di Treviso, ha spiegato di essere impegnato nel proseguo del progetto “Obiettivo Tre”, la staffetta lungo le strade d’Italia ideata assieme ad Alex Zanardi per promuovere la pratica sportiva fra le persone con disabilità. L’incontro si è poi concluso con l’intervento di Leonardo Bidoggia dell’ASD BUNKER Sport atletica leggera di San Donà di Piave che conta quasi 150 atleti iscritti nelle varie discipline, il quale ha illustrato i dettagli di alcune iniziative in corso di realizzazione con il Comitato Melograno nell’ambito di un progetto promosso dalla FIDAL.

Soddisfatti Sonia Ronchese presidente del Circolo Culturale Noi, e Daniele Furlan presidente de Il Melograno che dichiara: «Rivederci in presenza con amici e colleghi con i quali nell’ultimo anno avevamo condiviso solo il monitor di un computer è stata un’emozione quasi pari all’ascolto delle loro esperienze personali che, seppur conosciute, si arricchiscono ogni volta di nuovi particolari che non finiscono mai di stupirci.»

 



Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×