15 aprile 2021

Oderzo Motta

Centrale elettrica, i dubbi di Obiettivo Salgareda

Mazzon: «La futura amministrazione ha il dovere di battersi per il territorio

|

|

Centrale elettrica, i dubbi di Obiettivo Salgareda

SALGAREDA - A dieci mesi dalla delibera comunale con cui il Consiglio di Salgareda all’unanimità ha espresso parere di non conformità urbanistica per la prevista stazione di conversione di via Chiodo a Salgareda, si torna a parlare di centrale.

 

E i dubbi non mancano. Accanto all’attuale stazione elettrica, l’azienda Terna ha in progetto la realizzazione di una nuova stazione di conversione, da corrente continua a corrente alternata, da 1.000 megawatt. La corrente continua arriverà dalla Slovenia attraverso un cavidotto sottomarino sino alla costa, nel Comune di Caorle; passerà per i comuni di Eraclea, San Donà di Piave, Noventa di Piave e giungerà infine nella nuova mega-stazione di Salgareda.

 

Questa occuperà un’area di circa 90.000 mq (250x350m) su cui insisterà un fabbricato di circa 160 metri di lunghezza, 100 metri di larghezza e alto 23 metri.

 

«Nonostante la tematica sia legata ad un accordo Stato-Regione e demandata nelle decisioni ad una conferenza di servizi al Ministero dello Sviluppo Economico, la futura amministrazione ha il dovere di battersi per la tutela del territorio comunale e la salute dei suoi cittadini».

 

Lo dice Sabrina Mazzon, ingegnere e candidato per la Lista Civica Obiettivo Salgareda.

 

Per ottenere, con la realizzazione dell’opera, un minor impatto ambientale, con conseguenti minori espropri e una maggiore sicurezza operativa, Vittorio Tollardo, candidato con Mazzon, ingegnere elettrico, indica l’esistenza di tecnologie più costose ma in grado di ridurre notevolmente l’area: «Ci sono tecnologie che consentirebbero di ottenere gli stessi risultati riducendo di trequarti l’area occupata. Rimangono comunque numerosi dubbi sulla realizzazione dell’opera». 

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×