04 marzo 2021

Treviso

Centomila euro per aiutare bar, negozi e artigianato del territorio

Il bando del comune di San Biagio rivolto ai settori più colpiti dall'emergenza Covid

|

|

municipio san Biagio

SAN BIAGIO - Un aiuto concreto per i titolai di bar, locali, negozi, servizi alla persona, duramente colpiti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19. Costretti a chiudere per mesi a causa lockdown si trovano ora a dover fare i conti con pagamenti e scadenze. A loro l’amministrazione comunale di San Biagio di Callalta ha voluto riservare un bando di 100mila euro che prevede un contributo per ciascuna impresa del territorio comunale fino ad un massimo di mille euro.

“La novità del bando – spiega l’assessore alle attività produttive, Marco Mion – consiste nel fatto che la sovvenzione può essere richiesta agevolmente predisponendo una semplice domanda di un foglio corredata da autodichiarazioni. Sappiamo come iter burocratici troppo complessi finiscano con il far rinunciare i possibili richiedenti”.

Possono accedere alla sovvenzione le imprese presenti sul territorio in possesso di alcuni requisiti riportati nel bando ed appartenenti ai settori del commercio, della somministrazione, dei servizi alla persona, dell’artigianato e dell’agricoltura, fatta eccezione per certe tipologie come i compro oro, i gestori di macchinette da gioco, i tabaccai. Per presentare la propria domanda all’Ufficio protocollo o tramite Pec c’è tempo fino al 20 luglio.

"Se le domande che arriveranno in Comune – spiega il sindaco Alberto Cappelletto – saranno superiori a quanto stanziato, prenderemo in esame la possibilità di un’integrazione attingendo dall’avanzo di bilancio”. Il bando e il modulo per la presentazione delle domande sono scaricabili dal sito del comune (www.comune.sanbiagio.tv.it).

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×