17 giugno 2021

Vittorio Veneto

CASTRO DALLA PARTE DEI COMITATI

Il giudizio negativo del senatore sulla Bretella

| |

| |

CASTRO DALLA PARTE DEI COMITATI

Vittorio Veneto - Non sono ancora riusciti a farsi ricevere dal sindaco, ma i membri del Coordinamento Comitati Spontanei (CCS) hanno ottenuto ieri un primo incontro con il senatore Castro. Tema del confronto la viabilità vittoriese e anche intercomunale.

Gli esponenti del CCS cercano di stabilire contatti con le istituzioni su più livelli, per dimostrarsi costruttivi e disponibili a parlare di alternative, e per questo si autodefiniscono Comitati del "si" alla progettazione utile. Una volontà che ha apprezzato anche l'onorevole Castro, che ha lodato la costituzione del Coordinamento dei Comitati: "li considero fondamentali per portare nuovi contributi al processo decisionale democratico. Mi complimento perché questi Comitati sono propositivi di nuova progettualità ragionata e utile, non sono quindi Comitati ostativi come li si vuole far passare".

Maurizio Castro (nella foto) ha affrontato con i cittadini vittoriesi il controverso argomento della proposta alternativa alla bretella di Ceneda: il progetto di apertura di un nuovo casello o accesso all’ A27 in località Scomigo e  del collegamento con la zona industriale unitamente all' allargamento di via Sotto le Rive-Cal de Livera fino alla zona industriale di Vittorio Veneto. Sono stati discussi anche il Poligono come alternativa all'attuale progetto di Traforo di S. Augusta, la tutela del brolo e del Monastero di San Giacomo, la possibilità di nuove rotonde sul Menarè localizzate all’ingresso della zona industriale e all’ incrocio per Colle Umberto.

Per quanto riguarda il Traforo, il senatore ha detto di preferire il Tunnel Unico dalla Statale 51 al Poligono.

In merito alla Bretella ha invece precisato che sul progetto attuale dà un giudizio negativo, in quanto esso era nato per collegare il casello Sud alla Z.I. e in realtà collega soltanto il casello con la S.S. 51 e quindi non raggiunge lo scopo. Per contro sacrifica una zona ad alto valore ambientale.

"Castro preferirebbe quindi l'alternativa da noi proposta - riporta Silvia Tomasi del CCS -  ovvero l'apertura di un casello A27 a Scomigo con collegamento con la Z.I.: in questo modo le risorse finanziarie sarebbero meglio spese e territorio pregiato non verrebbe sacrificato. Deve tuttavia approfondire un aspetto, cioè verificare politicamente/amministrativamente se è possibile lo spostamento delle risorse economiche dalla Bretella al nuovo asse suddetto Casello di Scomigo - zona industriale."

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

17/04/2021

Cuba, finisce l'era dei Castro

Raul Castro annuncia le dimissioni da segretario del partito comunista nel corso dei lavori dell'ottavo congresso del partito

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×