23 ottobre 2021

Castelfranco

Castelfranco aderisce per il secondo anno a "Ridiamo il Sorriso alla Pianura Padana"

L'iniziativa vuole favorire il ripopolamento della nostra pianura con specie autoctone, per combattere l'inquinamento e migliorare la qualità della vita.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

ridare un sorriso alla Pianura Padana

CASTELFRANCO - Per “ridare un sorriso alla Pianura Padana” anche nella nostra città bastano poche semplici mosse. Per il secondo anno il Comune di Castelfranco aderisce al progetto promosso dalla Regione Veneto per la riqualificazione ambientale del territorio ed il risanamento dell'aria, riprendendo un’iniziativa nata nel 2016 da alcuni comuni bassopadovani e polesani ed estendendola a tutti i comuni veneti di pianura, dove è maggiore il “deficit verde”.

L’idea è semplice quanto efficace: fornire gratuitamente giovanissimi alberi destinati a chi, tra i propri cittadini, intendesse piantarli nel proprio campo o giardino. La Regione, attraverso l’Agenzia Veneta per l’Innovazione nel Settore Primario “Veneto Agricoltura”, ha deciso di mettere a disposizione oltre 70mila giovani alberi e arbusti di specie autoctone, tra cui querce, frassini, bagolari, tigli, carpini bianchi, aceri campestri, meli selvatici, biancospini, prugnole, sanguinelle e lantane.

Entro il 1° settembre, anche a Castelfranco ogni cittadino, previa registrazione presso il sito dedicato, potrà prenotare fino ad un massimo di dieci piantine. Successivamente, a partire dal mese di ottobre 2021, le piantine verranno ritirate dal Comune presso il vivaio di Veneto Agricoltura a Montecchio Precalcino (VI) e consegnate ai cittadini che ne hanno fatto richiesta.

Ricorda il sindaco Stefano Marcon: «Aderiamo volentieri anche quest’anno a questa iniziativa che abbraccia allo stesso tempo due obiettivi: quello di favorire la varietà biologica del territorio e quello di aumentare le specie vegetali facilitando la mitigazione climatica e dunque, la stessa qualità della vita. L’iniziativa è inoltre perfettamente in linea con la politica di dell’amministrazione comunale che da anni lavora per promuovere la sostenibilità ambientale. Invitiamo cittadini ad affrettarsi a fare la propria richiesta prima che le disponibilità esauriscano».

Aggiunge Michael Didonè, il consigliere comunale che si è occupato dell’adesione alla campagna: «Fin dalla prima edizione c’è stato un buon riscontro da parte dei cittadini: 46 castellani hanno fatto richiesta contribuendo ad integrare il patrimonio arboreo con 409 nuove piante. L’auspicio è che le adesioni nel 2021 aumentino ulteriormente data anche la maggiore disponibilità di piante da parte di Veneto Agricoltura».

 



foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×