31 maggio 2020

Castelfranco

Caso Pro Loco, Giovine: “Non tolleriamo più capricci”

Il vicesindaco: “Dirigenza poco attenta a bisogni reali città, si veda quanto successo con ultimo carnevale”

| commenti |

| commenti |

Caso Pro Loco, Giovine: “Non tolleriamo più capricci”

CASTELFRANCO - “Come amministrazione saremo al fianco del direttivo che verrà eletto ma valuteremo, come è doveroso, di volta in volta le manifestazioni da autorizzare e sostenere. Deve essere chiaro che non tolleriamo più i capricci della dirigenza poco attenta ai bisogni reali della città: vedi ultimo carnevale”. Lo dichiara il vicesindaco Gianfranco Giovine (in foto) riferendosi alla vicenda alla Pro Loco di Castelfranco.

 

“Nel nostro ruolo e senza interferire, consci però dell’importanza che la Pro Loco riveste nella vita della nostra città, stiamo osservando il percorso che il direttivo uscente sta compiendo prima delle elezioni. Bene la sistemazione dei bilanci ma, il direttivo dimessosi nelle scorse settimane, riteniamo, non possa prendere accordi per nuove iniziative, impegnando di fatto il futuro consiglio – afferma Giovine -. Ci sembra fuori luogo che il presidente dimissionario si esponga su programmi futuri. Auspichiamo un totale rinnovamento e siamo consapevoli di poter interpretare il pensiero di molti altri cittadini che sarebbero pronti ad impegnarsi in prima persona per dare una svolta al lavoro della Pro Loco cittadina.

Certo difficile è pensare che tale rinnovamento possa giungere dall’interno visto che il nuovo direttivo verrà eletto tra gli attuali 67 soci di cui, storicamente, solo una quindicina partecipa all’assemblea per eleggere i membri del consiglio. Constatiamo purtroppo che nell’ultimo anno poco o nulla si è fatto per accrescere la partecipazione interna e trovare nuovi soci”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×