29/11/2021sereno

30/11/2021sereno

01/12/2021pioviggine e schiarite

29 novembre 2021

Mogliano

A Casier il concorso letterario nazionale “Rosso d’inverno”

Tra gli adulti vince la veneziana Marina Luzi. Prima tra gli Under 18 la trevigiana Maya Santoro

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

La premiazione per il concorso letterario

CASIER – Giunti al termine della settima edizione del concorso letterario nazionale “Rosso d’Inverno”, indetto dal Comune di Casier per avvicinare giovani e meno giovani all’esperienza della scrittura, è stata ora e tempo di tirare le somme per decretare i vincitori.

Il bando dell’edizione 2020 si proponeva di selezionare il miglior testo originale e inedito per un racconto in lingua italiana sul tema “Amarcord, mi ricordo che…” in omaggio a Federico Fellini di cui ricorreva il centenario della nascita.

Nell’anno della pandemia, il concorso, inserito tra le iniziative collaterali alla Festa del Radicchio Rosso di Treviso IGP, si è proposto in “edizione speciale”, partendo dalla scelta etica di non offrire premi in denaro, come negli anni passati, ma di optare per la consegna di premi diversi in collaborazione con l’associazione nazionale IoArte, tra cui uno dei più prestigiosi è stata un’opera del maestro Renato Casaro, l’ultimo uomo che dipinse il cinema e uno dei più grandi illustratori viventi.

“Siamo molto soddisfatti della qualità delle opere ricevute. A sorpresa, malgrado il periodo, ci siamo trovati con un valore eccezionale degli elaborati”, commenta l’assessora alla Cultura Roberta Panzarin.

I vincitori della settima edizione di “Rosso d’Inverno” sono stati premiati con una cerimonia online e hanno poi ritirato i loro premi domenica 14 febbraio in Piazza Lenardo da Vinci a Dosson di Casier alla presenza del sindaco Renzo Carraretto.

Per la sezione adulti vince la veneziana Marina Luzi, nella sezione Under 18 conquista il gradino più alto del podio la trevigiana Maya Santoro e, infine, il Premio Speciale Memorial Francesca Rago va al mestrino Stefano Ciancio con il racconto “MACAE’”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×