20 gennaio 2021

Treviso

Case lasciate nel degrado lungo il Terraglio: due proprietari nei guai

Doppia ordinanza del sindaco di Treviso per il ripristino entro 20 giorni degli standard igienico sanitari

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Case lasciate nel degrado lungo il Terraglio: due proprietari nei guai

TREVISO - Stop all’incuria nelle proprietà private della città. Dopo i controlli del Nucleo Antidegrado della Polizia Locale di Treviso contro l’incuria degli immobili abbandonati sono infatti state riscontrate situazioni critiche in due immobili situati lungo la strada Terraglio.

Nel primo sono state rilevate saracinesche imbrattate con simboli indecorosi, tavole di legno divelte, vegetazione infestante, impalcature arrugginite, serramenti deperiti e calcinacci sopra il tetto e, a terra, depositi di materiali.

Nel secondo immobile situato fra via il cimitero San Lazzaro e strada Terraglio, è stata verificata la presenza di vegetazione rampicante, arbusti e piante cresciuti senza controllo, in parte sporgenti all’esterno, sacchetti di rifiuti oltre a varchi nell’edificio tali da renderlo facile rifugio per ratti oltreché un possibile alloggio di fortuna per malintenzionati. Per i proprietari di questi due immobili il sindaco Mario Conte ha firmato le prime ordinanze che invitano entro 20 giorni ad avviare il ripristino delle normali condizioni di sicurezza sanitaria dei propri fabbricati e degli spazi verdi prospicenti: dal ripristino delle recinzioni divelte all’’esecuzione delle opere di pulizia dai rifiuti e il taglio degli arbusti su tutta l’area.

“Questo tipo di provvedimento si è reso necessario, all’esito dei sopralluoghi effettuati dalla Polizia Locale, per garantire la tutela dell'ambiente, della salute, del decoro e della vivibilità urbana”, spiega il sindaco Conte.

I proprietari entro 45 dovranno inviare al Comando di Polizia Locale di Treviso un cronoprogramma per la manutenzione dell’immobile o, in alternativa, di procedere alla copertura su tutti i lati dello stesso con apposite strutture a norma di legge.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×