23/05/2024nubi sparse e temporali

24/05/2024parz nuvoloso

25/05/2024nubi sparse

23 maggio 2024

Vittorio Veneto

La casa lungo il Meschio, il sorriso e il profilo basso: ecco Luisa Camatta, civica al 100%

Luisa Camatta ha lanciato la propria candidatura a sindaco questa mattina presso l’area Fenderl

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

luisa camatta

VITTORIO VENETO - Profilo basso, viso sorridente e una presentazione molto informale. Luisa Camatta ha lanciato la propria candidatura a sindaco questa mattina presso l’area Fenderl, davanti ai giornalisti e ai propri sostenitori. Ha usato il tono dell’outsider orgoglioso e ha spiegato che correrà da sola, con un’unica lista civica e senza il sostegno dei partiti.

 

“Siamo molto semplici, non abbiamo macchine organizzative – ha spiegato -. Siamo piccoli e non abbiamo le stesse risorse economiche degli altri. Le persone che candidiamo sono la memoria storica di Vittorio. Abbiamo messo insieme persone che provengono da esperienze politiche e partitiche diverse”. Camatta è l’unica candidata “puramente civica”, e a giugno sfiderà Gianluca Posocco, Giovanni Braido e Mirella Balliana. “Vogliamo essere indipendenti – ha dichiarato questa mattina -. Non credo alle logiche dei partiti, trovo molto più interessante dialogare con tutti”.

 

E in caso di ballottaggio tra il centrodestra e il centrosinistra? “Faremo dei ragionamenti, al momento non siamo schierati con nessuno. Siamo stati contattati, ma abbiamo preferito correre da soli”. Nata a Vittorio Veneto, è tornata nella Città della Vittoria due anni fa, dopo una parentesi a Conegliano. Camatta lavora infatti come libera professionista in consulenza d’immagine in uno studio coneglianese. “Ho preso casa in uno dei luoghi più sentiti di Vittorio Veneto – ha reso noto -. Lì è morto un bambino, Moreno, che oggi avrebbe la mia età. Quando siamo entrati nella casa c’era ancora la culla, e questo mi ha fatto capire molte cose della città e dei vittoriesi: qui c’è una grande fedeltà nei confronti della propria storia”. Camatta è da sempre impegnata nel mondo del volontariato e delle associazioni, e da quando è tornata a Vittorio Veneto si è dedicata al plogging, la raccolta dei rifiuti che viene praticata durante le camminate all’aria aperta.

“Volevo restituire quello che la città mi aveva dato, e così ho iniziato a raccogliere rifiuti abbandonati lungo il Meschio e in altre zone – ha raccontato -. Sono piccole cose, ma se utilizziamo lo stesso processo mentale anche per le grandi, possiamo realizzare grandi progetti. Vittorio è una città bellissima e non le manca niente. Se cominciamo ad essere un polo di attrazione, possiamo pensare in grande e vincere tanti bandi”. “Io non avevo mai pensato ad una mia candidatura, non mi era mai passato nemmeno per l’anticamera del cervello – ha ammesso -. Siamo una piccola realtà, ma le nostre idee sono chiare e realizzabili”. La lista che supporta Camatta, Rete Civica per Vittorio Veneto, è totalmente autofinanziata e candiderà 7 donne e 9 uomini.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×