04 giugno 2020

Oderzo Motta

La casa di riposo di Motta dona 60 letti all’ospedale Covid di Monselice

Il trasferimento è avvenuto grazie all'aiuto dell'Associazione Alpini

| Gianandrea Rorato | commenti |

| Gianandrea Rorato | commenti |

La casa di riposo di Motta dona 60 letti all’ospedale Covid di Monselice

MOTTA DI LIVENZA - Sessanta letti donati dalla Casa Tomitano Boccassin di Motta all’ospedale Covid-19 di Monselice.

La casa di riposo mottense, diretta da Giovanni Sallemi, si è attivata nella lotta contro il virus e per venire incontro al nosocomio padovano, sceglie di donare uno stock di letti in occasione di un cambio di mobilio.

Lo segnala direttamente il direttivo presieduto da Renzo Cester: «Nella difficile lotta contro il contagio da Coronavirus, ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme e in questi giorni le iniziative di soccorso da parte cittadini, imprese e associazioni di volontariato, mostrano un valore umano altissimo».

«Mentre gli Alpini stanno lavorando alacremente per rendere agibile l'ospedale "Covid-19" di Monselice, in provincia di Padova, noi come istituto, in collaborazione con la Protezione Civile e la Regione del Veneto, abbiamo fatto recapitare, a tempo di record, grazie al gruppo Alpini, il primo carico di letti in, una sessantina. Perché così la struttura ospedaliera padovana potrà diventare operativa fin da subito».
 

 



Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×